L’attività progettuale ha riguardato sia aspetti di natura teorica, metodologica e organizzativa (verifiche di fattibilità urbanistica e ambientale), sia esplorazioni tipo-morfologiche e tecnico figurative di supporto alle scelte progettuali, coinvolgendo i livelli della progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva. La complessità del programma funzionale ha inoltre indotto a sviluppare una trama di rapporti e relazioni interessanti che ha costituito una importante occasione di confronto tra l’attività critico-metodologica caratteristica dell’università e la complessità e diversità dei vincoli di natura economica e realizzativa del mondo esterno. Il “Progetto Zelinda” si colloca all’interno del comparto di riqualificazione “Mosconi Celati”, nel quadro quindi di una precisa idea di sviluppo urbano che considera la ricchezza funzionale del nuovo centro servizi come un’opportunità per il ripensamento urbanistico di una importante area urbana di Trescore. Il progetto ha visto la cantierizzazione e la realizzazione delle seguenti strutture: Centro Socio Educativo (CSE), Iniziative di Formazione all'Autonomia (IFA), Laboratorio Occupazionale per l'inserimento lavorativo di soggetti in situazione di svantaggio sociale, Servizio sollievo autismo, Casa famiglia, Sala polivalente attrezzata, di proprietà dell’Amministrazione comunale di Trescore Balneario, con una capienza di circa 350 persone, per manifestazioni, mostre ed altri eventi culturali.

Progetto Zelinda. Dare casa a un sogno - Riqualificazione urbana del comparto “Celati-Mosconi” a Trescore Balneario

SCHIAFFONATI, FABRIZIO;SCOCCIMARRO, ANTONIO;DAGLIO, LAURA;GINELLI, ELISABETTA;MUSSINELLI, ELENA GERMANA;POZZI, GIANLUCA;RIVA, RAFFAELLA;JURINA, LORENZO;CHIESA, GIANCARLO;MAISTRELLO, MARIO;
2002

Abstract

L’attività progettuale ha riguardato sia aspetti di natura teorica, metodologica e organizzativa (verifiche di fattibilità urbanistica e ambientale), sia esplorazioni tipo-morfologiche e tecnico figurative di supporto alle scelte progettuali, coinvolgendo i livelli della progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva. La complessità del programma funzionale ha inoltre indotto a sviluppare una trama di rapporti e relazioni interessanti che ha costituito una importante occasione di confronto tra l’attività critico-metodologica caratteristica dell’università e la complessità e diversità dei vincoli di natura economica e realizzativa del mondo esterno. Il “Progetto Zelinda” si colloca all’interno del comparto di riqualificazione “Mosconi Celati”, nel quadro quindi di una precisa idea di sviluppo urbano che considera la ricchezza funzionale del nuovo centro servizi come un’opportunità per il ripensamento urbanistico di una importante area urbana di Trescore. Il progetto ha visto la cantierizzazione e la realizzazione delle seguenti strutture: Centro Socio Educativo (CSE), Iniziative di Formazione all'Autonomia (IFA), Laboratorio Occupazionale per l'inserimento lavorativo di soggetti in situazione di svantaggio sociale, Servizio sollievo autismo, Casa famiglia, Sala polivalente attrezzata, di proprietà dell’Amministrazione comunale di Trescore Balneario, con una capienza di circa 350 persone, per manifestazioni, mostre ed altri eventi culturali.
Progettazione; Project management; Housing sociale
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/665689
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact