L'atteggiamento compositivo dell'architetto giapponese Arata Isozaki nel progetto vincitore al concorso per la nuova stazione di Bologna e in alcuni progetti precedenti.

Arata Isozaki e la "maniera" della scomposizione

SPINELLI, LUIGI MARIO LORENZO
2008

Abstract

L'atteggiamento compositivo dell'architetto giapponese Arata Isozaki nel progetto vincitore al concorso per la nuova stazione di Bologna e in alcuni progetti precedenti.
Arata Isozaki; Alessandro Mendini; Gunma Museum of Fine Arts; Kitakyushu Museum of Art; Fujimi Country Club House; Ueno Terminal
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/547156
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact