L'artificialità prevalente dell'ambiente nel quale viviamo pone, nel campo della progettazione, una questione abbastanza recente: la necessità di intervenire sulla quasi totalità degli elementi che compongono il nostro mondo dell'abitare – costruito per lo più da materiali non organici – rispetto alla loro definizione materico-cromatica, che deve essere intesa come una vera e propria 'progettazione del colore'. Da quando il sistema produttivo ha accelerato il ritmo del proprio sviluppo tecnologico, rendendo disponibile ai progettisti innumerevoli soluzioni materiche inedite, il controllo qualitativo e semantico del colore è divenuto uno dei temo centrali della cultura ambientale contemporanea.

Colour design. Una lezione sul valore del colore nel progetto di industrial design

G. Piccinno
1994

Abstract

L'artificialità prevalente dell'ambiente nel quale viviamo pone, nel campo della progettazione, una questione abbastanza recente: la necessità di intervenire sulla quasi totalità degli elementi che compongono il nostro mondo dell'abitare – costruito per lo più da materiali non organici – rispetto alla loro definizione materico-cromatica, che deve essere intesa come una vera e propria 'progettazione del colore'. Da quando il sistema produttivo ha accelerato il ritmo del proprio sviluppo tecnologico, rendendo disponibile ai progettisti innumerevoli soluzioni materiche inedite, il controllo qualitativo e semantico del colore è divenuto uno dei temo centrali della cultura ambientale contemporanea.
Società Editrice Esculapio
0000000000000
colour design, colour designer, nuovi materiali, cultura materiale, innovazione, industrial design, interior design, teoria del colore
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
G.Piccinno_Colour design_Esculapio Editore.pdf

accesso aperto

: Altro materiale allegato
Dimensione 1.6 MB
Formato Adobe PDF
1.6 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/1211468
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact