Il design è considerato oggi una leva strategica per l’innovazione in Europa. Poiché attività di progetto e strumento di problem solving e setting, viene posizionato a fianco dell’innovazione per dimostrarsi leva di efficienza e sviluppo sostenibile tanto per il settore privato quanto per quello pubblico. Questo ruolo è stato riconosciuto negli ultimi anni dalla Comunità Europea, che ha promosso l’iniziativa EDII (European Design Innovation Initiative), ed a seguire un Action Plan (EDIP – European Design Innovation Platform) per supportare la crescita della cultura di design e lo sviluppo socio-economico di tutta l’Europa anche attraverso leve ‘non tecnologiche’. All’interno della prima iniziativa è stato finanziato DeEP – Design in European Policies, progetto dai cui risultati ha preso spunto il presente volume. DeEP ha avuto come scopo quello di supportare la crescita di una cultura della valutazione per le politiche di design. Questo obiettivo è stato sviluppato in connessione alla riflessione su vari argomenti, ed in particolare la relazione tra design e innovazione, lo studio delle attuali pratiche di policy making, la rilevazione dell’effetto del design nelle imprese che lo sperimentano o adottano (tramite azioni di finanziamento pubblico), la definizione/rilevazione del design all’interno delle politiche per l’innovazione, l’applicazione di un processo di valutazione di tali politiche per dimostrare il valore del design ai governi come leva di crescita economica ma anche per proporre un metodo – basato sulle evidenze – per diventare più efficienti nel programmare interventi futuri.

Le politiche per il design e il design per le politiche. Dal focus sulla soluzione alla centralità della valutazione.

MORTATI, MARZIA;VILLARI, BEATRICE;MAFFEI, STEFANO;ARQUILLA, VENANZIO
2016

Abstract

Il design è considerato oggi una leva strategica per l’innovazione in Europa. Poiché attività di progetto e strumento di problem solving e setting, viene posizionato a fianco dell’innovazione per dimostrarsi leva di efficienza e sviluppo sostenibile tanto per il settore privato quanto per quello pubblico. Questo ruolo è stato riconosciuto negli ultimi anni dalla Comunità Europea, che ha promosso l’iniziativa EDII (European Design Innovation Initiative), ed a seguire un Action Plan (EDIP – European Design Innovation Platform) per supportare la crescita della cultura di design e lo sviluppo socio-economico di tutta l’Europa anche attraverso leve ‘non tecnologiche’. All’interno della prima iniziativa è stato finanziato DeEP – Design in European Policies, progetto dai cui risultati ha preso spunto il presente volume. DeEP ha avuto come scopo quello di supportare la crescita di una cultura della valutazione per le politiche di design. Questo obiettivo è stato sviluppato in connessione alla riflessione su vari argomenti, ed in particolare la relazione tra design e innovazione, lo studio delle attuali pratiche di policy making, la rilevazione dell’effetto del design nelle imprese che lo sperimentano o adottano (tramite azioni di finanziamento pubblico), la definizione/rilevazione del design all’interno delle politiche per l’innovazione, l’applicazione di un processo di valutazione di tali politiche per dimostrare il valore del design ai governi come leva di crescita economica ma anche per proporre un metodo – basato sulle evidenze – per diventare più efficienti nel programmare interventi futuri.
Maggioli S.p.A.
978-88-916-0414-9
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
DesignPolicy.pdf

Accesso riservato

: Publisher’s version
Dimensione 7.73 MB
Formato Adobe PDF
7.73 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/1007206
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact