Ogni anno in Italia si svolgono moltissime mostre nelle quali vengono esposte migliaia di opere d’arte, dipinti, di disegni e di sculture illuminate da luce artificiale o naturale. La luce utilizzata nelle mostre serve principalmente ad illuminare le opere esposte, ma svolge anche altre funzioni come quella di permettere la lettura delle didascalie e delle grafiche introduttive, di rendere più o meno luminosi gli ambienti, di delineare i percorsi, le vie d’uscita e quelle di sicurezza, di illuminare i bookshop e le biglietterie, fino a mettere in evidenza i banner d’ingresso delle esposizioni. di luce sulle pareti. Tra i tanti difetti riscontrabili visitando una mostra esistono anche quelli provocati dalla volontà di prevaricare l’opera d’arte con un’illuminazione violenta, marcata e realizzata più per valorizzare l’autore delle luci o dell’allestimento che non l’autore dell’opera stessa. Questo breve trattato in formato ebook illustra gli elementi preliminari da prendere in considerazione (abbagliamenti, riflessi, ombre, vicinanza delle opere), le diverse tecniche da adottare in base al taglio critico adottato dal curatore e al progetto di allestimento (colore delle pareti, sistema di illuminazione già esistente, acquisizione dei dati di progetto, sorgenti da utilizzare, temperatura di colore), e le scelte progettuali di puntamento delle luci per quadri, sculture, ma anche dell’ambiente espositivo e delle grafiche introduttive.

L’illuminazione delle opere nelle mostre d’arte

MURANO, FRANCESCO
2016

Abstract

Ogni anno in Italia si svolgono moltissime mostre nelle quali vengono esposte migliaia di opere d’arte, dipinti, di disegni e di sculture illuminate da luce artificiale o naturale. La luce utilizzata nelle mostre serve principalmente ad illuminare le opere esposte, ma svolge anche altre funzioni come quella di permettere la lettura delle didascalie e delle grafiche introduttive, di rendere più o meno luminosi gli ambienti, di delineare i percorsi, le vie d’uscita e quelle di sicurezza, di illuminare i bookshop e le biglietterie, fino a mettere in evidenza i banner d’ingresso delle esposizioni. di luce sulle pareti. Tra i tanti difetti riscontrabili visitando una mostra esistono anche quelli provocati dalla volontà di prevaricare l’opera d’arte con un’illuminazione violenta, marcata e realizzata più per valorizzare l’autore delle luci o dell’allestimento che non l’autore dell’opera stessa. Questo breve trattato in formato ebook illustra gli elementi preliminari da prendere in considerazione (abbagliamenti, riflessi, ombre, vicinanza delle opere), le diverse tecniche da adottare in base al taglio critico adottato dal curatore e al progetto di allestimento (colore delle pareti, sistema di illuminazione già esistente, acquisizione dei dati di progetto, sorgenti da utilizzare, temperatura di colore), e le scelte progettuali di puntamento delle luci per quadri, sculture, ma anche dell’ambiente espositivo e delle grafiche introduttive.
Maggioli Editore
9788891616166
LUCE, MOSTRE, ILLUMINAZIONE
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
L'ILLUMINAZIONE DEI DIPINTI.pdf

Accesso riservato

Descrizione: EBOOK
: Post-Print (DRAFT o Author’s Accepted Manuscript-AAM)
Dimensione 15.15 MB
Formato Adobe PDF
15.15 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/990632
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact