L’Antico e il Moderno: texture alla Ca’ Granda