L’articolo indaga una professione antica ma ancora estremamente attuale come quella del modellista, un ruolo che riveste grande importanza nel processo di progettazione prima e di restituzione e rappresentazione del progetto poi. A partire dall’eredità di Giovanni Sacchi, una figura centrale nella storia del design e dell’architettura del Novecento che, non a caso, è stato anche definito “l’altra metà del design”, gli autori qui introducono ed intervistano nuovi modellisti-artigiani: Stefano Rossi, Marco Galofaro, Roberto Righetti, Igor Silic utilizzano diversi materiali (dal legno al PMMA alle resine) e nuove tecnologie produttive (su tutte il controllo numerico), ma continuano a coadiuvare i progettisti con la loro preziosa competenza a cavallo tra tradizione artigianale e contenuto artistico.

Gli eredi di Giovanni Sacchi

CRIPPA, DAVIDE;DI PRETE, BARBARA
2005-01-01

Abstract

L’articolo indaga una professione antica ma ancora estremamente attuale come quella del modellista, un ruolo che riveste grande importanza nel processo di progettazione prima e di restituzione e rappresentazione del progetto poi. A partire dall’eredità di Giovanni Sacchi, una figura centrale nella storia del design e dell’architettura del Novecento che, non a caso, è stato anche definito “l’altra metà del design”, gli autori qui introducono ed intervistano nuovi modellisti-artigiani: Stefano Rossi, Marco Galofaro, Roberto Righetti, Igor Silic utilizzano diversi materiali (dal legno al PMMA alle resine) e nuove tecnologie produttive (su tutte il controllo numerico), ma continuano a coadiuvare i progettisti con la loro preziosa competenza a cavallo tra tradizione artigianale e contenuto artistico.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
costruire_Sacchi.pdf

Accesso riservato

Dimensione 43.39 MB
Formato Adobe PDF
43.39 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11311/989814
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact