Il saggio ricerca connessioni, analogie o trasposizioni anche “letterarie” tra il mondo della sicurezza sul lavoro e la sfera della moda, due ambiti apparentemente lontani, ma in realtà fin dagli albori ricchi di cortocircuiti reciproci e di rimandi tangenziali. Agli inizi del '900 come oggi gli abiti e gli accessori da lavoro sono, infatti, continuo alimento per nuove elaborazioni in chiave fashion, così come, sempre più spesso, la moda sembra occuparsi anche di vestiario “specializzato”.

Personal protective equipment / La sicurezza è di moda

CRIPPA, DAVIDE;DI PRETE, BARBARA
2013

Abstract

Il saggio ricerca connessioni, analogie o trasposizioni anche “letterarie” tra il mondo della sicurezza sul lavoro e la sfera della moda, due ambiti apparentemente lontani, ma in realtà fin dagli albori ricchi di cortocircuiti reciproci e di rimandi tangenziali. Agli inizi del '900 come oggi gli abiti e gli accessori da lavoro sono, infatti, continuo alimento per nuove elaborazioni in chiave fashion, così come, sempre più spesso, la moda sembra occuparsi anche di vestiario “specializzato”.
Senza pericolo. Building and safety / Senza pericolo. Costruzioni e sicurezza
978-887794800-7
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
la-sicurezza-è-di-moda_in_senza-pericolo.pdf

Accesso riservato

Dimensione 9.86 MB
Formato Adobe PDF
9.86 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/989799
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact