La Costituzione Italiana ha sancito che la salute, oltre a essere un valore individuale di ogni cittadino, è oggetto di tutela da parte della Repubblica e dello Stato, in quanto riveste un fondamentale interesse collettivo. Alla base di questa affermazione risiede un fatto incontrovertibile: un Paese di persone sane è di base un Paese culturalmente, socialmente ed economicamente più avanzato. La piena salute permette, infatti, di realizzare attività formative e professionali, dalle quali deriva rapidamente un benessere generalizzato. L’architettura che definisce, progetta e realizza i luoghi del vivere e del lavorare deve quindi tener conto dell’esigenza funzionale degli spazi destinati alla vita individuale e collettiva, ma anche dell’esigenza di tutelare la salute. L’uomo, infatti, trascorre circa il 90% del tempo in ambienti indoor. La tutela della salute diventa quindi uno degli obiettivi primari della progettazione edilizia, insieme alla protezione dal clima esterno, al conseguimento di un microclima interno adeguato alle funzioni che si svolgono, alla funzionalità degli ambienti, alla qualità degli spazi, dei materiali e delle soluzioni tecnologiche, oltre che alla tutela della privacy e della sicurezza. Queste regole generali devono poi essere articolate in relazione alla tipologia degli edifici, così come classificati dal D.P.R. 421 del 1993

AMBIENTI INDOOR

BUFFOLI, MADDALENA;CAPOLONGO, STEFANO;GOLA, MARCO
2016

Abstract

La Costituzione Italiana ha sancito che la salute, oltre a essere un valore individuale di ogni cittadino, è oggetto di tutela da parte della Repubblica e dello Stato, in quanto riveste un fondamentale interesse collettivo. Alla base di questa affermazione risiede un fatto incontrovertibile: un Paese di persone sane è di base un Paese culturalmente, socialmente ed economicamente più avanzato. La piena salute permette, infatti, di realizzare attività formative e professionali, dalle quali deriva rapidamente un benessere generalizzato. L’architettura che definisce, progetta e realizza i luoghi del vivere e del lavorare deve quindi tener conto dell’esigenza funzionale degli spazi destinati alla vita individuale e collettiva, ma anche dell’esigenza di tutelare la salute. L’uomo, infatti, trascorre circa il 90% del tempo in ambienti indoor. La tutela della salute diventa quindi uno degli obiettivi primari della progettazione edilizia, insieme alla protezione dal clima esterno, al conseguimento di un microclima interno adeguato alle funzioni che si svolgono, alla funzionalità degli ambienti, alla qualità degli spazi, dei materiali e delle soluzioni tecnologiche, oltre che alla tutela della privacy e della sicurezza. Queste regole generali devono poi essere articolate in relazione alla tipologia degli edifici, così come classificati dal D.P.R. 421 del 1993
Salute e Ambiente. Igiene edilizia, urbanistica e ambientale
978-88-7959-894-1
ambienti indoor, salute, indoor air quality, rischio chimico, edilizia residenziale, casa sana
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2016_LIBRO_Salute e Ambiente_cap5.pdf

Accesso riservato

Descrizione: capitolo completo
: Publisher’s version
Dimensione 4.27 MB
Formato Adobe PDF
4.27 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11311/989770
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact