Mai come in questa epoca storica, il rapporto tra società e architettura, tra le modalità di condivisione degli spazi urbani (ma non solo urbani) e le forme architettoniche, necessitano di una profonda operazione di rivisitazione e di ri-equilibrio. Il tema potrebbe essere, forse più proficuamente, ribaltato in una nuova definizione: la società è un materiale dell’architettura e del progetto? Se lo è – o se lo vuole essere – è necessario operare, in tutti i luoghi di cultura dedicati all’educazione, alla formazione, alla comunicazione e alla sperimentazione, un significativo cambio di passo. Partendo dalla consapevolezza che il Progetto non basta più a se stesso. Il confronto con la dimensione sociale è l’unico e vero antidoto perché, anche la miglior forma architettonica, non si riveli un clamoroso incompiuto.

Il nuovo Common Ground. Verso un genius societatis.

MEI, PASQUALE;ORSINI, FILIPPO;
2014

Abstract

Mai come in questa epoca storica, il rapporto tra società e architettura, tra le modalità di condivisione degli spazi urbani (ma non solo urbani) e le forme architettoniche, necessitano di una profonda operazione di rivisitazione e di ri-equilibrio. Il tema potrebbe essere, forse più proficuamente, ribaltato in una nuova definizione: la società è un materiale dell’architettura e del progetto? Se lo è – o se lo vuole essere – è necessario operare, in tutti i luoghi di cultura dedicati all’educazione, alla formazione, alla comunicazione e alla sperimentazione, un significativo cambio di passo. Partendo dalla consapevolezza che il Progetto non basta più a se stesso. Il confronto con la dimensione sociale è l’unico e vero antidoto perché, anche la miglior forma architettonica, non si riveli un clamoroso incompiuto.
L’architettura è un prodotto socialmente utile?
978-88-909054-2-1
Società. Architettura. Innovazione
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
ProArch_ATTI_torino_2013.pdf

accesso aperto

: Publisher’s version
Dimensione 887.41 kB
Formato Adobe PDF
887.41 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/986549
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact