Nel 1933, lo studio milanese di Pietro Lingeri (1894-1968) e Giuseppe Terragni (1904-1943), avviato l’anno prima in Corso Vittorio Emanuele, elabora i progetti di tre case milanesi e quello per il concorso per il piano regolatore di Como, tutti lavori che saranno in seguito realizzati. Nonostante la frequentazione tra i due non sia assidua e il fatto che i rapporti con il committente e con la Commissione edilizia del comune sono tenuti da Lingeri, come attestano gli atti e i disegni depositati negli archivi comunali e la documentazione conservata nell’archivio milanese di Lingeri, la collaborazione progettuale per Casa Rustici è ampiamente documentata.

1933: Casa Rustici di Pietro Lingeri e Giuseppe Terragni

REPISHTI, FRANCESCO
2015

Abstract

Nel 1933, lo studio milanese di Pietro Lingeri (1894-1968) e Giuseppe Terragni (1904-1943), avviato l’anno prima in Corso Vittorio Emanuele, elabora i progetti di tre case milanesi e quello per il concorso per il piano regolatore di Como, tutti lavori che saranno in seguito realizzati. Nonostante la frequentazione tra i due non sia assidua e il fatto che i rapporti con il committente e con la Commissione edilizia del comune sono tenuti da Lingeri, come attestano gli atti e i disegni depositati negli archivi comunali e la documentazione conservata nell’archivio milanese di Lingeri, la collaborazione progettuale per Casa Rustici è ampiamente documentata.
Casa Rustici di Lingeri e Terragni
9788899165024
Milano, Terragni, Casa Rustici
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2015_Repishti_casaRustici.pdf

Accesso riservato

Descrizione: PDF articolo
: Publisher’s version
Dimensione 4.42 MB
Formato Adobe PDF
4.42 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/980927
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact