Lo scopo della ricerca è lo studio dell’influenza dell’idrogeno sulle caratteristiche meccaniche di due acciai per tubazioni, uno al carbonio-manganese tipo API 5L X65 e uno basso legato al cromo-molibdeno tipo ASTM A182 F22. Per la carica di idrogeno si è utilizzato un metodo elettrochimico: il contenuto di idrogeno diffusibile, verificato mediante misura in bagno di glicerina a 200°C, era compreso tra 0,6 e 2 ppm. I provini caricati con idrogeno sono stati sottoposti a prove di resilienza e di tenacità con i metodi della meccanica della frattura a temperature comprese tra l’ambiente e -120°C e a prove di propagazione della cricca a fatica a differenti temperature e frequenze (da 1 a 20 Hz). Le caratteristiche meccaniche dei materiali analizzati sono state influenzate in modo significativo dalla presenza di idrogeno, in particolare per quanto riguarda la tenacità e la velocità di propagazione della cricca a fatica. L’analisi delle superfici di frattura ha confermato i risultati delle prove meccaniche.

Effetto dell’idrogeno sulle caratteristiche meccaniche di acciai per tubazioni

BOLZONI, FABIO MARIA;FUMAGALLI, GABRIELE;LAZZARI, LUCIANO;BRUNELLA, MARIA FRANCESCA;FALLAHMOHAMMADI, EHSAN;VERGANI, LAURA MARIA;
2014-01-01

Abstract

Lo scopo della ricerca è lo studio dell’influenza dell’idrogeno sulle caratteristiche meccaniche di due acciai per tubazioni, uno al carbonio-manganese tipo API 5L X65 e uno basso legato al cromo-molibdeno tipo ASTM A182 F22. Per la carica di idrogeno si è utilizzato un metodo elettrochimico: il contenuto di idrogeno diffusibile, verificato mediante misura in bagno di glicerina a 200°C, era compreso tra 0,6 e 2 ppm. I provini caricati con idrogeno sono stati sottoposti a prove di resilienza e di tenacità con i metodi della meccanica della frattura a temperature comprese tra l’ambiente e -120°C e a prove di propagazione della cricca a fatica a differenti temperature e frequenze (da 1 a 20 Hz). Le caratteristiche meccaniche dei materiali analizzati sono state influenzate in modo significativo dalla presenza di idrogeno, in particolare per quanto riguarda la tenacità e la velocità di propagazione della cricca a fatica. L’analisi delle superfici di frattura ha confermato i risultati delle prove meccaniche.
12° Convegno Nazionale AIMAT
9788894040203
idrogeno; fatica; tenacità a frattura
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
AIMAT2014 - Bolzoni.pdf

Accesso riservato

: Post-Print (DRAFT o Author’s Accepted Manuscript-AAM)
Dimensione 1.06 MB
Formato Adobe PDF
1.06 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11311/937166
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact