Secondo momento di riflessione di un percorso esplorativo sul rapporto tra l’architettura contemporanea ed il colore come suo dispositivo espressivo (i precedenti esiti sono stati presentati nel volume VIII di “Colore e colorimetria”), questo contributo intende consolidare ulteriormente il ruolo del cromatismo come strumento di comunicazione di relazioni compositive, nonché di costruzione di valori percettivi ambientali all’interno della struttura architettonica complessiva. Nella contemporaneità, infatti, il colore risulta essere sempre più un elemento caratterizzante, anche se spesso non è semplice ed immediato ricondurre le sue applicazioni all’interno di un pensiero programmatico definito che lo affermi come elemento primario dell’atto progettuale. Risultano tuttavia evidenti delle attitudini all’uso del cromatismo per dare enfasi e rilievo a soluzioni di specifiche problematiche di relazione tra le parti (insieme e dettaglio/interno ed esterno/edificio e contesto/funzione e comunicazione). Oggetto del contributo è l’esplorazione ragionata di alcune di queste attitudini per ricavarne, in un quadro complessivo ovviamente non esaustivo, ma paradigmatico, una “mappatura d‘intenti” in grado di individuare alcune ricorrenze d’uso capaci di definire degli scenari rappresentativi di un processo di trasfigurazione ideativa e messa in opera finale della presenza cromatica come “amplificatore di senso”. In questa seconda “incursione” esplorativa verranno verificati nuovi possibili scenari, quali il perspective color - marker architettonico di esaltazione della profondità tridimensionale dello spazio; l’edge color - sistema percettivo di definizione dei confini spaziali, l’immersive color - sistema mono/multicromatico totalizzante; il translucent color - affermazione di un cromatismo saturo, ma traslucido, visivamente “attraversabile”; ed altri ancora, con particolare attenzione agli spazi interni.

Architetture contemporanee e colore: altre amplificazioni di senso

BORSOTTI, MARCO
2014-01-01

Abstract

Secondo momento di riflessione di un percorso esplorativo sul rapporto tra l’architettura contemporanea ed il colore come suo dispositivo espressivo (i precedenti esiti sono stati presentati nel volume VIII di “Colore e colorimetria”), questo contributo intende consolidare ulteriormente il ruolo del cromatismo come strumento di comunicazione di relazioni compositive, nonché di costruzione di valori percettivi ambientali all’interno della struttura architettonica complessiva. Nella contemporaneità, infatti, il colore risulta essere sempre più un elemento caratterizzante, anche se spesso non è semplice ed immediato ricondurre le sue applicazioni all’interno di un pensiero programmatico definito che lo affermi come elemento primario dell’atto progettuale. Risultano tuttavia evidenti delle attitudini all’uso del cromatismo per dare enfasi e rilievo a soluzioni di specifiche problematiche di relazione tra le parti (insieme e dettaglio/interno ed esterno/edificio e contesto/funzione e comunicazione). Oggetto del contributo è l’esplorazione ragionata di alcune di queste attitudini per ricavarne, in un quadro complessivo ovviamente non esaustivo, ma paradigmatico, una “mappatura d‘intenti” in grado di individuare alcune ricorrenze d’uso capaci di definire degli scenari rappresentativi di un processo di trasfigurazione ideativa e messa in opera finale della presenza cromatica come “amplificatore di senso”. In questa seconda “incursione” esplorativa verranno verificati nuovi possibili scenari, quali il perspective color - marker architettonico di esaltazione della profondità tridimensionale dello spazio; l’edge color - sistema percettivo di definizione dei confini spaziali, l’immersive color - sistema mono/multicromatico totalizzante; il translucent color - affermazione di un cromatismo saturo, ma traslucido, visivamente “attraversabile”; ed altri ancora, con particolare attenzione agli spazi interni.
Colore e colorimetria. Contributi multidisciplinari. Vol. X A
9788891604378
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
colore x mb.pdf

Accesso riservato

: Publisher’s version
Dimensione 3.45 MB
Formato Adobe PDF
3.45 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11311/869970
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact