Il valore aggiunto del Facility Management consiste in una nuova dimensione e importanza dell’organizzazione: quella del fornitore che si affianca all’azienda/cliente per supportarla e risolvere qualsiasi problema inerente ai suoi diversi servizi/bisogni. Questo valore deriva da una maggior capacità di coordinamento e gestione del fornitore/partner e da una più elevata motivazione e qualità professionale delle risorse impiegate. Ma, il contributo più significativo risiede della capacità di incrementare la qualità delle informazioni e, quindi, la conoscenza sui processi attuati e sui risultati raggiunti. Il Facility Management è, nella sua accezione più evoluta, il passaggio dal “fare artigianale” alla “gestione delle informazioni che sono causa ed effetto del fare”. Una gestione sistematica che deve originare un più alto livello di conoscenza dei processi e che costituisce l’essenza, il nucleo fondamentale del Facility Management. Nella chiave di lettura proposta dal volume, il Facility Management è un’attività complessa che deve essere sapientemente gestita all’interno della struttura organizzativa che intende avvalersi di questo modello di gestione dei servizi e che non può prescindere dalla qualità delle risorse coinvolte. Nel testo vengono illustrati, oltre ai modelli organizzativi più diffusi, le molteplici attività e i processi che caratterizzano il Facility Management: la progettazione dei servizi e i sistemi per la loro verifica/misurazione, le soluzioni contrattuali e le implicazioni gestionali per organizzazioni pubbliche e private, la gestione delle risorse e l’impatto dei servizi nella più complessa attività di gestione dei patrimoni immobiliari. Il testo comprende alcuni casi di studio illustrati da esponenti di alcune delle più dinamiche imprese e organizzazioni operanti nel mercato italiano.

Facility management - Progettare, misurare, gestire e remunerare i servizi

TRONCONI, OLIVIERO;CIARAMELLA, GIANANDREA
2014

Abstract

Il valore aggiunto del Facility Management consiste in una nuova dimensione e importanza dell’organizzazione: quella del fornitore che si affianca all’azienda/cliente per supportarla e risolvere qualsiasi problema inerente ai suoi diversi servizi/bisogni. Questo valore deriva da una maggior capacità di coordinamento e gestione del fornitore/partner e da una più elevata motivazione e qualità professionale delle risorse impiegate. Ma, il contributo più significativo risiede della capacità di incrementare la qualità delle informazioni e, quindi, la conoscenza sui processi attuati e sui risultati raggiunti. Il Facility Management è, nella sua accezione più evoluta, il passaggio dal “fare artigianale” alla “gestione delle informazioni che sono causa ed effetto del fare”. Una gestione sistematica che deve originare un più alto livello di conoscenza dei processi e che costituisce l’essenza, il nucleo fondamentale del Facility Management. Nella chiave di lettura proposta dal volume, il Facility Management è un’attività complessa che deve essere sapientemente gestita all’interno della struttura organizzativa che intende avvalersi di questo modello di gestione dei servizi e che non può prescindere dalla qualità delle risorse coinvolte. Nel testo vengono illustrati, oltre ai modelli organizzativi più diffusi, le molteplici attività e i processi che caratterizzano il Facility Management: la progettazione dei servizi e i sistemi per la loro verifica/misurazione, le soluzioni contrattuali e le implicazioni gestionali per organizzazioni pubbliche e private, la gestione delle risorse e l’impatto dei servizi nella più complessa attività di gestione dei patrimoni immobiliari. Il testo comprende alcuni casi di studio illustrati da esponenti di alcune delle più dinamiche imprese e organizzazioni operanti nel mercato italiano.
Franco Angeli
9788891708694
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Facility management FA.pdf

Accesso riservato

: Publisher’s version
Dimensione 5.52 MB
Formato Adobe PDF
5.52 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/844569
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact