Depotenziare il mito dei mega-projects. La necessità di una ‘bonifica’ preliminare