Il contributo approfondisce il tema dell’intervento sull’edificio esistente secondo una prospettiva non solo indirizzata a privilegiare le questioni connesse alle problematiche di tipo conservativo, ma piuttosto rivolta ad analizzare i fondamenti concettuali ed applicativi del “progetto di architettura per il costruito”. Questo è, infatti, inteso come un atto consapevole di applicazione di soluzioni progettuali indirizzate, fin dalle fasi dell’analisi preliminare, alla realizzazione di un processo di rivitalizzazione del manufatto, finalizzato ad un suo immediato ed attivo inserimento nel ciclo vitale del territorio cui appartiene (utilità sociali, culturali, economiche, etc). La capacità di assicurare contemporaneamente la leggibilità e la comprensibilità dell’edificio nella sua realtà di testimonianza storica e di delinearne le caratteristiche di funzionalità ed uso legate ad un suo rinnovato utilizzo nel contemporaneo (ottenuto con l’inserimento di elementi definiti attraverso il coordinamento multidisciplinare di molteplici approcci progettuali), con particolare attenzione alle questioni di configurazione ed abitabilità dello spazio è stato il soggetto di una mappatura di ampio spettro ottenuta attraverso l’analisi di casi studio internazionali emblematici (ad oggi è stato sviluppato un data base di oltre 200 progetti realizzati nell'arco degli ultimi 15 anni). Una occasione per un ripensamento dell'idea stessa di intervento sull’esistente, che non può oggi esaurirsi tramite la messa a sistema dell’intervento di “restauro”, ma che deve andare oltre, abbracciando il tema del progetto di architettura per il costruito. This paper discusses the issue of intervention on existing buildings not merely from a conservation-minded prospective, but rather through an analysis of the conceptual and applicative foundations of an “architectural project for existing buildings”. Starting from the phase of preliminary analysis, this project is meant to be a conscious act of applying design solutions aimed at revitalizing a building for its immediate, active insertion into the life cycle of the territory to which it belongs (for social, cultural, economic uses, etc.). The ability to ensure a building’s clear, unmistakable historical testimony and, at the same time, the functional characteristics of its renewed, contemporary purpose (through the use of elements defined by the multidisciplinary coordination of multiple design approaches), with particular attention to the layout and habitability of spaces, has been the object of extensive mapping activities through the analysis of emblematic international case studies (to date, the database contains more than 200 projects realized over the past 15 years). This rational inventory will be brought together in an atlas of the “architectural project for existing buildings” to be used as a critical and analytical instrument allowing an overall vision of the various, current philosophical-practical approaches adopted throughout different geographical areas. A chance to rethink the whole idea of intervention on existing buildings which cannot, nowadays, simply confine itself to a system of “restoration” but must go beyond that and embrace the theme of an architectural project for existing buildings

An architecutral project for existing buildings. From understanding to writing.

BORSOTTI, MARCO;CAMPANELLA, CHRISTIAN
2013

Abstract

Il contributo approfondisce il tema dell’intervento sull’edificio esistente secondo una prospettiva non solo indirizzata a privilegiare le questioni connesse alle problematiche di tipo conservativo, ma piuttosto rivolta ad analizzare i fondamenti concettuali ed applicativi del “progetto di architettura per il costruito”. Questo è, infatti, inteso come un atto consapevole di applicazione di soluzioni progettuali indirizzate, fin dalle fasi dell’analisi preliminare, alla realizzazione di un processo di rivitalizzazione del manufatto, finalizzato ad un suo immediato ed attivo inserimento nel ciclo vitale del territorio cui appartiene (utilità sociali, culturali, economiche, etc). La capacità di assicurare contemporaneamente la leggibilità e la comprensibilità dell’edificio nella sua realtà di testimonianza storica e di delinearne le caratteristiche di funzionalità ed uso legate ad un suo rinnovato utilizzo nel contemporaneo (ottenuto con l’inserimento di elementi definiti attraverso il coordinamento multidisciplinare di molteplici approcci progettuali), con particolare attenzione alle questioni di configurazione ed abitabilità dello spazio è stato il soggetto di una mappatura di ampio spettro ottenuta attraverso l’analisi di casi studio internazionali emblematici (ad oggi è stato sviluppato un data base di oltre 200 progetti realizzati nell'arco degli ultimi 15 anni). Una occasione per un ripensamento dell'idea stessa di intervento sull’esistente, che non può oggi esaurirsi tramite la messa a sistema dell’intervento di “restauro”, ma che deve andare oltre, abbracciando il tema del progetto di architettura per il costruito. This paper discusses the issue of intervention on existing buildings not merely from a conservation-minded prospective, but rather through an analysis of the conceptual and applicative foundations of an “architectural project for existing buildings”. Starting from the phase of preliminary analysis, this project is meant to be a conscious act of applying design solutions aimed at revitalizing a building for its immediate, active insertion into the life cycle of the territory to which it belongs (for social, cultural, economic uses, etc.). The ability to ensure a building’s clear, unmistakable historical testimony and, at the same time, the functional characteristics of its renewed, contemporary purpose (through the use of elements defined by the multidisciplinary coordination of multiple design approaches), with particular attention to the layout and habitability of spaces, has been the object of extensive mapping activities through the analysis of emblematic international case studies (to date, the database contains more than 200 projects realized over the past 15 years). This rational inventory will be brought together in an atlas of the “architectural project for existing buildings” to be used as a critical and analytical instrument allowing an overall vision of the various, current philosophical-practical approaches adopted throughout different geographical areas. A chance to rethink the whole idea of intervention on existing buildings which cannot, nowadays, simply confine itself to a system of “restoration” but must go beyond that and embrace the theme of an architectural project for existing buildings
Online Proceedings of Conference. Built Heritage 2013 - Monitoring Conservation and Management
9788890896101
architettura degli interni; conservation historical buildings
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
bh2013_paper_155.pdf

Accesso riservato

: Altro materiale allegato
Dimensione 681.03 kB
Formato Adobe PDF
681.03 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/784147
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact