Il saggio analizza la costa occidentale del lago di Garda come caso studio in relazione allo sviluppo del sistema infrastrutturale realizzato nei primi decenni del Novecento. Lo studio prende avvio dall’analisi del sistema infrastrutturale durante il XIX secolo, delle sue carenze e dei miglioramenti apportati nel tempo; un punto di partenza necessario per meglio comprendere le condizioni di partenza e la rilevanza delle successive realizzazioni. L’attenzione è poi focalizzata sulla costruzione della linea tramviaria Brescia-Toscolano-Gardone Riviera-Gargnano dal 1897 al 1922 e sulla strada gardesana occidentale collegante Gargnano a Riva del Garda, inaugurata nel 1931, sulle conseguenze generate da queste infrastrutture sull’economia del territorio, sul paesaggio e sulla sua percezione. Particolare attenzione è data, grazie all’utilizzo di fonti d’archivio, alle motivazioni sottese a tali realizzazioni, oltre che alle conseguenze che esse hanno generato, nella cultura, nell’economia, nelle abitudini degli abitanti e nella percezione del paesaggio. L’impatto sui siti è stato infatti considerevole. Nel periodo considerato sembra aver preso luogo una “rottura di prospettive” resa possibile dalla sostituzione delle attività tradizionali in quelle legate al turismo. Anche l’antica relazione dei paesi con il lago è stata ridefinita in favore di una nuova fase in cui lo sfruttamento delle risorse ambientali è divenuto rilevante. The article focuses on the west coast of the Garda lake as a case study of the development of an infrastructural system during the early 20th century. The analysis starts from the infrastructural system of the 19th century, its shortcomings and subsequent amelioration, in order to understand the starting conditions and the importance of the works realised later. The focus is the shifted on the construction of the tramway line from Brescia to Toscolano, Gardone Riviera and Gargnano from 1897 to 1922, and on the western “gardesana” route built from Gargnano to Riva del Garda inaugurated in 1931, considering in particular their effects on the local economy and on the landscape and its perception. A peculiar attention is paid, by way of archival sources, to the motivations for starting these works, and to their consequences on the local culture, economy and social behaviour, together with landscape perceptions. The impact on local sites was relevant. During the period investigated, due to the replacement of traditional activities (agriculture and commerce) with tourism, a “break of perspective” took place, as the ancient relation of the villages with the lake was also redefined in favour of a new phase in which the exploitation of environmental assets became relevant.

Il sistema infrastrutturale del Garda occidentale fra Ottocento e Novecento

ARESI, MONICA
2013

Abstract

Il saggio analizza la costa occidentale del lago di Garda come caso studio in relazione allo sviluppo del sistema infrastrutturale realizzato nei primi decenni del Novecento. Lo studio prende avvio dall’analisi del sistema infrastrutturale durante il XIX secolo, delle sue carenze e dei miglioramenti apportati nel tempo; un punto di partenza necessario per meglio comprendere le condizioni di partenza e la rilevanza delle successive realizzazioni. L’attenzione è poi focalizzata sulla costruzione della linea tramviaria Brescia-Toscolano-Gardone Riviera-Gargnano dal 1897 al 1922 e sulla strada gardesana occidentale collegante Gargnano a Riva del Garda, inaugurata nel 1931, sulle conseguenze generate da queste infrastrutture sull’economia del territorio, sul paesaggio e sulla sua percezione. Particolare attenzione è data, grazie all’utilizzo di fonti d’archivio, alle motivazioni sottese a tali realizzazioni, oltre che alle conseguenze che esse hanno generato, nella cultura, nell’economia, nelle abitudini degli abitanti e nella percezione del paesaggio. L’impatto sui siti è stato infatti considerevole. Nel periodo considerato sembra aver preso luogo una “rottura di prospettive” resa possibile dalla sostituzione delle attività tradizionali in quelle legate al turismo. Anche l’antica relazione dei paesi con il lago è stata ridefinita in favore di una nuova fase in cui lo sfruttamento delle risorse ambientali è divenuto rilevante. The article focuses on the west coast of the Garda lake as a case study of the development of an infrastructural system during the early 20th century. The analysis starts from the infrastructural system of the 19th century, its shortcomings and subsequent amelioration, in order to understand the starting conditions and the importance of the works realised later. The focus is the shifted on the construction of the tramway line from Brescia to Toscolano, Gardone Riviera and Gargnano from 1897 to 1922, and on the western “gardesana” route built from Gargnano to Riva del Garda inaugurated in 1931, considering in particular their effects on the local economy and on the landscape and its perception. A peculiar attention is paid, by way of archival sources, to the motivations for starting these works, and to their consequences on the local culture, economy and social behaviour, together with landscape perceptions. The impact on local sites was relevant. During the period investigated, due to the replacement of traditional activities (agriculture and commerce) with tourism, a “break of perspective” took place, as the ancient relation of the villages with the lake was also redefined in favour of a new phase in which the exploitation of environmental assets became relevant.
Lago di Garda Linea tramviaria Strada Gardesana Paesaggio Garda Lake Tramway line Gardesana route Landscape
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/760662
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact