Tra le modalità di cedimento dei materiali compositi, una delle più diffuse e pericolose è la delaminazione, che ha influenza soprattutto sulla vita residua a fatica. Oggetto del lavoro è un materiale composito rinforzato in fibra di vetro: viene proposto un confronto tra due serie di provini, integri e con una delaminazione artificiale. Sono state effettuate prove statiche di trazione, di fatica ad alto numero di cicli, e prove con applicazione dinamica del carico ad ampiezza progressivamente incrementata. In parallelo allo studio meccanico, si è analizzato l???andamento della temperatura superficiale del corpo, tramite termografia ad infrarossi. Scopo del lavoro è quantificare con questa tecnica non distruttiva l???effetto della delaminazione sulla vita a fatica del composito. In quest???ottica è stato possibile stimare, attraverso tre approcci basati su considerazioni sia termiche che energetiche, uno sforzo in corrispondenza del quale il materiale cambia il suo comportamento termo-meccanico, prossimo al limite di fatica ad alto numero di cicli, evidente soprattutto per i provini delaminati.

APPLICAZIONE DI TECNICHE TERMOGRAFICHE A MATERIALE COMPOSITO DELAMINATO

COLOMBO, CHIARA;VERGANI, LAURA MARIA
2013

Abstract

Tra le modalità di cedimento dei materiali compositi, una delle più diffuse e pericolose è la delaminazione, che ha influenza soprattutto sulla vita residua a fatica. Oggetto del lavoro è un materiale composito rinforzato in fibra di vetro: viene proposto un confronto tra due serie di provini, integri e con una delaminazione artificiale. Sono state effettuate prove statiche di trazione, di fatica ad alto numero di cicli, e prove con applicazione dinamica del carico ad ampiezza progressivamente incrementata. In parallelo allo studio meccanico, si è analizzato l???andamento della temperatura superficiale del corpo, tramite termografia ad infrarossi. Scopo del lavoro è quantificare con questa tecnica non distruttiva l???effetto della delaminazione sulla vita a fatica del composito. In quest???ottica è stato possibile stimare, attraverso tre approcci basati su considerazioni sia termiche che energetiche, uno sforzo in corrispondenza del quale il materiale cambia il suo comportamento termo-meccanico, prossimo al limite di fatica ad alto numero di cicli, evidente soprattutto per i provini delaminati.
Atti del convegno 42° AIAS - 2013
9788869380242
Materiale composito; delaminazione; termografia
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
157.pdf

Accesso riservato

: Post-Print (DRAFT o Author’s Accepted Manuscript-AAM)
Dimensione 560.89 kB
Formato Adobe PDF
560.89 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri
AIAS2013_Flyer.pdf

Accesso riservato

: Altro materiale allegato
Dimensione 263.85 kB
Formato Adobe PDF
263.85 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/752631
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact