Il complesso di Santa Maria presso San Satiro è tradizionalmente indicato dalla storiografia come uno dei risultati più compiuti della cultura rinascimentale a Milano nella seconda metà del Quattrocento e come una delle opere più importanti di Donato Bramante. Sulle prime fasi di costruzione possediamo una scarsa documentazione d’archivio su cui la storiografia ha formulato un variegato numero di ipotesi. La struttura del volume segue lo svolgersi cronologico dei lavori di edificazione del sacello di san satiro promossa dall’arcivescovo Ansperto da Biassono nel IX secolo, la costruzione della torre campanaria nell’XI secolo, la costruzione della chiesa di Santa Maria e della Sacrestia, oggi battistero, su disegno di Donato Bramante alla fine del Quattrocento, e, infine, le lunghe e numerose campagne di restauro che hanno più volte trasformato il volto di questo complesso.

Santa Maria presso San Satiro

REPISHTI, FRANCESCO
2012

Abstract

Il complesso di Santa Maria presso San Satiro è tradizionalmente indicato dalla storiografia come uno dei risultati più compiuti della cultura rinascimentale a Milano nella seconda metà del Quattrocento e come una delle opere più importanti di Donato Bramante. Sulle prime fasi di costruzione possediamo una scarsa documentazione d’archivio su cui la storiografia ha formulato un variegato numero di ipotesi. La struttura del volume segue lo svolgersi cronologico dei lavori di edificazione del sacello di san satiro promossa dall’arcivescovo Ansperto da Biassono nel IX secolo, la costruzione della torre campanaria nell’XI secolo, la costruzione della chiesa di Santa Maria e della Sacrestia, oggi battistero, su disegno di Donato Bramante alla fine del Quattrocento, e, infine, le lunghe e numerose campagne di restauro che hanno più volte trasformato il volto di questo complesso.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
cover2.pdf

Accesso riservato

: Pre-Print (o Pre-Refereeing)
Dimensione 2.52 MB
Formato Adobe PDF
2.52 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/747626
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact