L'articolo affronta il problema del rapporto, tutto interno alla sfera teorica del progetto, tra architettura e logica formale, cioè l'insieme delle regole che definiscono i processi e i prodotti del fare architettura. Nella dissertazione, viene supportata l'idea che i sistemi normativi o logico sintattici, possano trovare negli esempi storici dell'architettura (i cosiddetti "casi"), referenzialità dotate di regole "applicative" esemplari e trasmissibili.

ARCHITETTURA, LOGICA, STORIA

CALIARI, PIER FEDERICO MAURO
1992-01-01

Abstract

L'articolo affronta il problema del rapporto, tutto interno alla sfera teorica del progetto, tra architettura e logica formale, cioè l'insieme delle regole che definiscono i processi e i prodotti del fare architettura. Nella dissertazione, viene supportata l'idea che i sistemi normativi o logico sintattici, possano trovare negli esempi storici dell'architettura (i cosiddetti "casi"), referenzialità dotate di regole "applicative" esemplari e trasmissibili.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
ALTRIMMAGINE n°13_14.pdf

Accesso riservato

: Post-Print (DRAFT o Author’s Accepted Manuscript-AAM)
Dimensione 2.53 MB
Formato Adobe PDF
2.53 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11311/689282
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact