Tra inerzie di figure consolidate e condizioni emergenti. Un’ipotesi di lavoro nell’urbanizzazione diffusa dopo la crescita