Sul monumentale e la geometria nel ‘Gallaratese’ a Milano