Stanley Kubrick, la perfezione compositiva e la costruzione dello spazio