Sguardi sul paesaggio: sequenze e intervalli labili