La ricerca si inserisce nel contesto programmatorio e attuativo degli interventi di adeguamento tecnologico della Centrale Termoelettrica di Ponti sul Mincio, che prevedono la conversione in ciclo combinato del gruppo 2 mediante installazione di turbogas. Nel gennaio 2001 le Società ASM Brescia S.p.A e AGSM Verona S.p.A. hanno presentato al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio Servizio VIA il progetto relativo all’adeguamento tecnologico della Centrale, che prevede specifiche opere puntuali di mitigazione, recupero e riqualificazione ambientale di ambiti sia interni che esterni al sedime della Centrale stessa: nel rilasciare l’assentimento, il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio ha infatti precisato le condizioni di ammissibilità dell’opera, richiamando tra l’altro le azioni direttamente finalizzate al miglioramento delle condizioni paesaggistiche e naturalistiche del contesto interessato dal progetto. Gli interventi di sistemazione naturalistica dell’argine del Mincio, oggetto della ricerca, sono stati definiti in base a un progetto concordato con il Parco del Mincio, attraverso la redazione di uno studio per la riqualificazione paesaggistica del tratto in sponda destra del fiume Mincio posto tra il confine di Regione e la diga di Monzambano, con particolare attenzione alla valorizzazione del percorso ciclopedonale posto sulla strada alzaia e alla riqualificazione delle aree demaniali circostanti.

Riqualificazione ambientale e paesaggistica del percorso ciclopedonale posto sulla strada alzaia e delle aree demaniali circostanti alla Centrale Termoelettrica di Ponti sul Mincio, in sponda destra del fiume

SCHIAFFONATI, FABRIZIO;MUSSINELLI, ELENA GERMANA;BIANCONI, MAURO;RIVA, RAFFAELLA
2003

Abstract

La ricerca si inserisce nel contesto programmatorio e attuativo degli interventi di adeguamento tecnologico della Centrale Termoelettrica di Ponti sul Mincio, che prevedono la conversione in ciclo combinato del gruppo 2 mediante installazione di turbogas. Nel gennaio 2001 le Società ASM Brescia S.p.A e AGSM Verona S.p.A. hanno presentato al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio Servizio VIA il progetto relativo all’adeguamento tecnologico della Centrale, che prevede specifiche opere puntuali di mitigazione, recupero e riqualificazione ambientale di ambiti sia interni che esterni al sedime della Centrale stessa: nel rilasciare l’assentimento, il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio ha infatti precisato le condizioni di ammissibilità dell’opera, richiamando tra l’altro le azioni direttamente finalizzate al miglioramento delle condizioni paesaggistiche e naturalistiche del contesto interessato dal progetto. Gli interventi di sistemazione naturalistica dell’argine del Mincio, oggetto della ricerca, sono stati definiti in base a un progetto concordato con il Parco del Mincio, attraverso la redazione di uno studio per la riqualificazione paesaggistica del tratto in sponda destra del fiume Mincio posto tra il confine di Regione e la diga di Monzambano, con particolare attenzione alla valorizzazione del percorso ciclopedonale posto sulla strada alzaia e alla riqualificazione delle aree demaniali circostanti.
Progettazione ambientale; Riqualificazione; Mitigazione; Compensazione; Valorizzazione
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/665723
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact