Dalla città alla metropoli. La classe invisibile