Il saggio illustra come fin dagli anni Venti la Rinascente si sia impegnata a sostenere l'aggiornamento del gusto del pubblico e si sia proposta - in quanto unica struttura di distribuzione, grazie anche alla proprietà della Upim -, un ruolo di mediazione fra produzione e mercato. Ciò spiega il suo apporto al dibattito per l'affermazione di una cultura del design in Italia e l'istituzione da parte sua, negli anni Cinquanta, di un premio, il Compasso d'Oro, con il fine di diffondere nel mondo industriale italiano una abitudine al progetto per la serie.

La Rinascente e la cultura del design

TONELLI, MARIA CRISTINA
1991-01-01

Abstract

Il saggio illustra come fin dagli anni Venti la Rinascente si sia impegnata a sostenere l'aggiornamento del gusto del pubblico e si sia proposta - in quanto unica struttura di distribuzione, grazie anche alla proprietà della Upim -, un ruolo di mediazione fra produzione e mercato. Ciò spiega il suo apporto al dibattito per l'affermazione di una cultura del design in Italia e l'istituzione da parte sua, negli anni Cinquanta, di un premio, il Compasso d'Oro, con il fine di diffondere nel mondo industriale italiano una abitudine al progetto per la serie.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11311/663072
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact