Alla ricerca di un'identità per il post-fordismo