Il volume raccoglie gli atti del Seminario svoltosi nel giugno 2008 presso la facoltà di Architettura Civile del Politecnico di Milano, cui parteciparono tra gli altri, Luigi Mazza, Sergio Brenna, Mario Viviani. I saggi dell’autore, a introduzione e chiusura del volume (Brevi note operative… e La sperimentazione…) da un lato “tematizzano” alcune questioni emerse nel dibattito, riconoscendo alcuni precisi orientamenti critici condivisi: il ruolo attribuito al Piano dei servizi, la questione della mobilità, il problema delle regole e dell’equità dell’agire amministrativo a fronte della deregulation dei parametri di legge, la marginalizzazione del ruolo delle Provincie; dall’altro, provano ad avanzare alcune proposte ed orientamenti operativi – scaturiti dalla diretta sperimentazione nella prassi professionale (anche dell’Autore) – sui temi messi a fuoco. In particolare, emergono tutte le contraddizioni della concreta valorizzazione e gestione della “Città Pubblica”, ovvero di quel complesso di attrezzature di servizio, che devono assumere, non solo funzione, ma soprattutto forma di vero e proprio “sistema urbano” (o meglio dell’ “ossatura” della città), nonché la necessità di incentivare e promuovere forme di coordinamento locale (intercomunale), con iniziative di cooperazione “dal basso”, per raggiungere le economie di scala necessarie a garantire i servizi forniti, ovvero l’accesso al sistema di finanziamento dei fondi regionali. Ciò è stato sperimentato nei Piani d’Area della Provincia di Milano, ed in particolare - direttamente dall’Autore - nel Piano Integrato d’Area del Medio Lago.

Verso quale territorio lombardo. Norma e progetto urbanistico nella LR 12/2005

ACUTO, FEDERICO
2008-01-01

Abstract

Il volume raccoglie gli atti del Seminario svoltosi nel giugno 2008 presso la facoltà di Architettura Civile del Politecnico di Milano, cui parteciparono tra gli altri, Luigi Mazza, Sergio Brenna, Mario Viviani. I saggi dell’autore, a introduzione e chiusura del volume (Brevi note operative… e La sperimentazione…) da un lato “tematizzano” alcune questioni emerse nel dibattito, riconoscendo alcuni precisi orientamenti critici condivisi: il ruolo attribuito al Piano dei servizi, la questione della mobilità, il problema delle regole e dell’equità dell’agire amministrativo a fronte della deregulation dei parametri di legge, la marginalizzazione del ruolo delle Provincie; dall’altro, provano ad avanzare alcune proposte ed orientamenti operativi – scaturiti dalla diretta sperimentazione nella prassi professionale (anche dell’Autore) – sui temi messi a fuoco. In particolare, emergono tutte le contraddizioni della concreta valorizzazione e gestione della “Città Pubblica”, ovvero di quel complesso di attrezzature di servizio, che devono assumere, non solo funzione, ma soprattutto forma di vero e proprio “sistema urbano” (o meglio dell’ “ossatura” della città), nonché la necessità di incentivare e promuovere forme di coordinamento locale (intercomunale), con iniziative di cooperazione “dal basso”, per raggiungere le economie di scala necessarie a garantire i servizi forniti, ovvero l’accesso al sistema di finanziamento dei fondi regionali. Ciò è stato sperimentato nei Piani d’Area della Provincia di Milano, ed in particolare - direttamente dall’Autore - nel Piano Integrato d’Area del Medio Lago.
LibreriaClup
9788863010190
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11311/637409
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact