I materiali compositi utilizzati in ambito strutturale sono, in genere, di tipo fibrorinforzato; così come i materiali tradizionali (i.e. metalli), presentano il problema della fatica. L’applicazione di carichi ciclici può, infatti, dare origine a danneggiamenti causando il cedimento finale, anche per carichi inferiori alla resistenza statica del materiale. Essendo le rotture per fatica molto frequenti, esistono vari studi riguardanti il comportamento a fatica di questi materiali. Tuttavia, il comportamento dei compositi è più complesso rispetto a quello di materiali metallici, prevalentemente a causa dell’anisotropia; ciò rende difficile avere dei metodi generali utili in fase di progettazione per poter effettuare delle previsioni. Di recente si sta affermando l’uso di tecniche di monitoraggio non distruttivo per studi riguardanti la fatica dei materiali compositi. In questa memoria è mostrato l’uso della termografia a infrarossi per il monitoraggio di prove statiche e dinamiche. Il fine di questo lavoro è di studiare l’evoluzione del danneggiamento dei materiali compositi in diverse condizioni di carico e trarne delle informazioni utili sul comportamento a fatica.

DETERMINAZIONE DI UN PARAMETRO ENERGETICO PER DESCRIVERE IL DANNEGGIAMENTO DI MATERIALI COMPOSITIFIBRORINFORZATI

LIBONATI, FLAVIA
2011

Abstract

I materiali compositi utilizzati in ambito strutturale sono, in genere, di tipo fibrorinforzato; così come i materiali tradizionali (i.e. metalli), presentano il problema della fatica. L’applicazione di carichi ciclici può, infatti, dare origine a danneggiamenti causando il cedimento finale, anche per carichi inferiori alla resistenza statica del materiale. Essendo le rotture per fatica molto frequenti, esistono vari studi riguardanti il comportamento a fatica di questi materiali. Tuttavia, il comportamento dei compositi è più complesso rispetto a quello di materiali metallici, prevalentemente a causa dell’anisotropia; ciò rende difficile avere dei metodi generali utili in fase di progettazione per poter effettuare delle previsioni. Di recente si sta affermando l’uso di tecniche di monitoraggio non distruttivo per studi riguardanti la fatica dei materiali compositi. In questa memoria è mostrato l’uso della termografia a infrarossi per il monitoraggio di prove statiche e dinamiche. Il fine di questo lavoro è di studiare l’evoluzione del danneggiamento dei materiali compositi in diverse condizioni di carico e trarne delle informazioni utili sul comportamento a fatica.
Atti del Convegno Nazionale AIAS2011
9788895272856
Compositi fibrorinforzati; danneggiamento; termografia-IR
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
046.pdf

Accesso riservato

: Post-Print (DRAFT o Author’s Accepted Manuscript-AAM)
Dimensione 187.75 kB
Formato Adobe PDF
187.75 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/629993
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact