In questo lavoro viene presentato uno studio sperimentale e numerico di una protesi di caviglia per amputati transtibiali, per bambini di età fino a 12 anni. In letteratura, le norme disponibili per la conformità delle protesi sono tutte relative ad amputati adulti, mentre solo pochi studi sono presenti riguardanti i bambini. Nel lavoro si introduce, quindi, il problema della modifica della norma in termini di carichi e posizionamento dei punti di applicazione delle forze, e si discute la possibilità di adeguare i dati disponibili al caso in oggetto, un ragazzo di 12 anni e 45 kg. Le prove sperimentali sono eseguite attraverso una schematizzazione dei carichi in gioco durante la camminata e con una attrezzatura progettata appositamente. Le prove sono di tre tipi: statiche (secondo i livelli proof e ultimate), di fatica e di torsione statica. Ogni prova è stata ripetuta su due differenti campioni: i risultati sono positivi e la caviglia prostetica ha potuto essere dichiarata conforme per l’applicazione sui pazienti. Infine, per poter procedere in futuro ad un’ottimizzazione della geometria e dei materiali della caviglia e dei suoi sottocomponenti, si propone un modello numerico che simula il comportamento del piede protesico e della caviglia stessa. Il modello viene validato in base ai dati sperimentali delle prove

STUDIO DI UNA PROTESI TRANSTIBIALE PER BAMBINI

COLOMBO, CHIARA;MARCHESIN, ELISA GRAZIA;VERGANI, LAURA MARIA
2011

Abstract

In questo lavoro viene presentato uno studio sperimentale e numerico di una protesi di caviglia per amputati transtibiali, per bambini di età fino a 12 anni. In letteratura, le norme disponibili per la conformità delle protesi sono tutte relative ad amputati adulti, mentre solo pochi studi sono presenti riguardanti i bambini. Nel lavoro si introduce, quindi, il problema della modifica della norma in termini di carichi e posizionamento dei punti di applicazione delle forze, e si discute la possibilità di adeguare i dati disponibili al caso in oggetto, un ragazzo di 12 anni e 45 kg. Le prove sperimentali sono eseguite attraverso una schematizzazione dei carichi in gioco durante la camminata e con una attrezzatura progettata appositamente. Le prove sono di tre tipi: statiche (secondo i livelli proof e ultimate), di fatica e di torsione statica. Ogni prova è stata ripetuta su due differenti campioni: i risultati sono positivi e la caviglia prostetica ha potuto essere dichiarata conforme per l’applicazione sui pazienti. Infine, per poter procedere in futuro ad un’ottimizzazione della geometria e dei materiali della caviglia e dei suoi sottocomponenti, si propone un modello numerico che simula il comportamento del piede protesico e della caviglia stessa. Il modello viene validato in base ai dati sperimentali delle prove
Atti della X Giornata di Studio di BIOINGEGNERIA
9788896398036
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Bio_catania.pdf

Accesso riservato

: Post-Print (DRAFT o Author’s Accepted Manuscript-AAM)
Dimensione 714.2 kB
Formato Adobe PDF
714.2 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/629983
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact