Un sistema informativo georeferenziato ha permesso la restituzione integrata delle informazioni di rilievo richieste da una serie di ricerche interdisciplinari sul sistema cimiteriale della città, finanziati dal Comune di Parma. L’allargamento della ricerca ha prodotto un effetto sinergico sui singoli progetti, favorendo la comprensione dei sottili rapporti di valori e significati espressi dai sistemi cimiteriali, beni culturali complessi che raccolgono tipologie diversificate di beni materiali e immateriali. L’approfondimento delle peculiarità dei monumenti funebri sviluppata in primis per la redazione degli strumenti pianificatori, cui è stata riconosciuta importanza prioritaria per la valorizzazione culturale attraverso la tutela, per la quale risulta indispensabile la valutazione d’insieme delle relazioni dei singoli elementi in un sistema, offre paralleli di lettura tra la città e il cimitero, con significati insediativi analoghi in forme architettoniche ridotte. L’integrazione dei dati, la cui organizzazione preliminare era funzionale soprattutto alle finalità immediate e alle differenti utenze interessate ai singoli progetti, costituisce la messa a sistema di una ricerca organica con specificità disciplinari diverse che sottolineano il ruolo di contenitore dell’architettura cimiteriale, nella quale i manufatti sono promemoria concreti di valori immateriali la cui importanza non sempre corrisponde alla qualità materica. I rilievi hanno prodotto gli elementi conoscitivi che permettono di risolvere le difficoltà della schedatura di catalogo, secondo norme redatte in riferimento a tipologie con caratteristiche diverse da quelle dei manufatti funerari. L’individuazione di una struttura gerarchica permette di superare la mancanza di una procedura standardizzata, offrendo gli elementi per la compilazione di campi individuati per una realtà diversa e la codifica di una procedura standardizzabile per la schedatura dei cimiteri. Il progetto di catalogazione del cimitero della Villetta a Parma si profila come prototipo sperimentale per la definizione di un protocollo operativo che offre una risposta alle difficoltà intrinseche alla schedatura dei cimiteri monumentali.

Architettura della memoria: note alla compilazione di un protocollo per la catalogazione dei cimiteri monumentali

ROSSI, MICHELA;
2011

Abstract

Un sistema informativo georeferenziato ha permesso la restituzione integrata delle informazioni di rilievo richieste da una serie di ricerche interdisciplinari sul sistema cimiteriale della città, finanziati dal Comune di Parma. L’allargamento della ricerca ha prodotto un effetto sinergico sui singoli progetti, favorendo la comprensione dei sottili rapporti di valori e significati espressi dai sistemi cimiteriali, beni culturali complessi che raccolgono tipologie diversificate di beni materiali e immateriali. L’approfondimento delle peculiarità dei monumenti funebri sviluppata in primis per la redazione degli strumenti pianificatori, cui è stata riconosciuta importanza prioritaria per la valorizzazione culturale attraverso la tutela, per la quale risulta indispensabile la valutazione d’insieme delle relazioni dei singoli elementi in un sistema, offre paralleli di lettura tra la città e il cimitero, con significati insediativi analoghi in forme architettoniche ridotte. L’integrazione dei dati, la cui organizzazione preliminare era funzionale soprattutto alle finalità immediate e alle differenti utenze interessate ai singoli progetti, costituisce la messa a sistema di una ricerca organica con specificità disciplinari diverse che sottolineano il ruolo di contenitore dell’architettura cimiteriale, nella quale i manufatti sono promemoria concreti di valori immateriali la cui importanza non sempre corrisponde alla qualità materica. I rilievi hanno prodotto gli elementi conoscitivi che permettono di risolvere le difficoltà della schedatura di catalogo, secondo norme redatte in riferimento a tipologie con caratteristiche diverse da quelle dei manufatti funerari. L’individuazione di una struttura gerarchica permette di superare la mancanza di una procedura standardizzata, offrendo gli elementi per la compilazione di campi individuati per una realtà diversa e la codifica di una procedura standardizzabile per la schedatura dei cimiteri. Il progetto di catalogazione del cimitero della Villetta a Parma si profila come prototipo sperimentale per la definizione di un protocollo operativo che offre una risposta alle difficoltà intrinseche alla schedatura dei cimiteri monumentali.
Le vie dei mercanti - S.A.V.E. Heritage
9788865420461
Memoria; beni culturali; beni immateriali; conservazione
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
MR CTcapri.pdf

Accesso riservato

: Post-Print (DRAFT o Author’s Accepted Manuscript-AAM)
Dimensione 409.96 kB
Formato Adobe PDF
409.96 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/604686
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact