Abstract:  Ormai da qualche anno l’Amministrazione comunale di Castel d’Ario (Mn) ha cominciato ad interessarsi in modo più attivo al Castello (edificato a partire da XIII secolo), ed al suo intorno attribuendo sempre più importanza al complesso fortificato quale realtà culturale a livello sovracomunale. Renderlo accessibile e fruibile, riqualificare la corte per poter ospitare manifestazioni all’aperto, creare un nuovo percorso in quota lungo i camminamenti, ora non più esistenti, rappresentano le ipotetiche tappe di un progetto che, se realizzato, potrebbe ridare al o quella centralità culturale che non gli appartiene più ormai da anni. Il primo passo è datato 2007, anno in cui si è concluso il lotto di lavori relativo agli adeguamenti necessari al superamento delle barriere architettoniche, raggiungendo così un primo obiettivo: garantire fruibilità ed accessibilità alla biblioteca ed alla sala civica presente al primo piano del Palazzo Pretorio, intervenendo in uno spazio (un tempo edificato), a ridosso delle mura, nell’angolo di sud-est. Si è pertanto predisposto un progetto di architettura per il costruito con spiccate caratteristiche contemporanee, realizzando nuove pavimentazioni ed un nuovo sistema di risalita verticale, composto da corpo scale ed ascensore, impiegando acciaio, legno e cemento armato.  Since some years, the Communal Administration of Castel d’Ario (Mantova) launched a programme to revaluate the Castle (the construction of which started in the XIII Century) and it surroundings, looking at the context as an over- communal cultural reality. Accessibility and fruition, rehabilitation of the courtyard to host events, creation of visitor paths represent the hypothetic step of such programme that, if realized, could regain to the Castle the central cultural role, lost since years. The works included in the first step of the programme, completed in 2007, aimed at guarantying through a new construction the accessibility to the Library and to the Civic Hall located at the first floor of the Pretorio Palace, intervening in a space in the SE corner of the castle , leaning on the ancient defensive walls. The intervention has clear contemporary features, using steel, wood and reinforced concrete to realise new volumes, floors and a vertical liaison composed by a staircase and an elevator.

Castel d’Ario (Mn): il nuovo accesso al Palazzo Pretorio

CAMPANELLA, CHRISTIAN
2009-01-01

Abstract

Abstract:  Ormai da qualche anno l’Amministrazione comunale di Castel d’Ario (Mn) ha cominciato ad interessarsi in modo più attivo al Castello (edificato a partire da XIII secolo), ed al suo intorno attribuendo sempre più importanza al complesso fortificato quale realtà culturale a livello sovracomunale. Renderlo accessibile e fruibile, riqualificare la corte per poter ospitare manifestazioni all’aperto, creare un nuovo percorso in quota lungo i camminamenti, ora non più esistenti, rappresentano le ipotetiche tappe di un progetto che, se realizzato, potrebbe ridare al o quella centralità culturale che non gli appartiene più ormai da anni. Il primo passo è datato 2007, anno in cui si è concluso il lotto di lavori relativo agli adeguamenti necessari al superamento delle barriere architettoniche, raggiungendo così un primo obiettivo: garantire fruibilità ed accessibilità alla biblioteca ed alla sala civica presente al primo piano del Palazzo Pretorio, intervenendo in uno spazio (un tempo edificato), a ridosso delle mura, nell’angolo di sud-est. Si è pertanto predisposto un progetto di architettura per il costruito con spiccate caratteristiche contemporanee, realizzando nuove pavimentazioni ed un nuovo sistema di risalita verticale, composto da corpo scale ed ascensore, impiegando acciaio, legno e cemento armato.  Since some years, the Communal Administration of Castel d’Ario (Mantova) launched a programme to revaluate the Castle (the construction of which started in the XIII Century) and it surroundings, looking at the context as an over- communal cultural reality. Accessibility and fruition, rehabilitation of the courtyard to host events, creation of visitor paths represent the hypothetic step of such programme that, if realized, could regain to the Castle the central cultural role, lost since years. The works included in the first step of the programme, completed in 2007, aimed at guarantying through a new construction the accessibility to the Library and to the Civic Hall located at the first floor of the Pretorio Palace, intervening in a space in the SE corner of the castle , leaning on the ancient defensive walls. The intervention has clear contemporary features, using steel, wood and reinforced concrete to realise new volumes, floors and a vertical liaison composed by a staircase and an elevator.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Castel d'Ario_ananke.pdf

Accesso riservato

: Post-Print (DRAFT o Author’s Accepted Manuscript-AAM)
Dimensione 3.68 MB
Formato Adobe PDF
3.68 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11311/565996
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact