L'articolo esamina l'elaborazione morfologica, percettiva e comunicativa della nuova sede Guna a Milano, rispetto al contributo emblematico intorno alle mutazioni concettuali e ai nuovi paradigmi funzionali ed espressivi dell'involucro nella contemporaneità. L'analisi spiega, in forma tecnica, funzionale ed esecutiva la tipologia della "pelle" esterna non trasparente, eseguita tramite un linguaggio formale giocato sia sulla vetratura (serigrafata a smalto), sia sugli elementi marcati orizzontalmente in alluminio. La "pelle" d'involucro, assumendo il ruolo di "transizione comunicativa" verso la spazialità esterna e confutando il paradigma per cui l'espressione prospettica debba riflettere l'articolazione tipologica, si specifica come "ornamental packaging skin": questa diretta alla costituzione della nuova sede Guna quale "media building", strumento di comunicazione e di interazione, quale risultato del processo di appropriazione del luogo pubblico, per cui le superfici si offrono in supporti tesi a permettere alle immagini di diventare materiali costruttivi.

Il cover design della facciata continua

NASTRI, MASSIMILIANO
2008-01-01

Abstract

L'articolo esamina l'elaborazione morfologica, percettiva e comunicativa della nuova sede Guna a Milano, rispetto al contributo emblematico intorno alle mutazioni concettuali e ai nuovi paradigmi funzionali ed espressivi dell'involucro nella contemporaneità. L'analisi spiega, in forma tecnica, funzionale ed esecutiva la tipologia della "pelle" esterna non trasparente, eseguita tramite un linguaggio formale giocato sia sulla vetratura (serigrafata a smalto), sia sugli elementi marcati orizzontalmente in alluminio. La "pelle" d'involucro, assumendo il ruolo di "transizione comunicativa" verso la spazialità esterna e confutando il paradigma per cui l'espressione prospettica debba riflettere l'articolazione tipologica, si specifica come "ornamental packaging skin": questa diretta alla costituzione della nuova sede Guna quale "media building", strumento di comunicazione e di interazione, quale risultato del processo di appropriazione del luogo pubblico, per cui le superfici si offrono in supporti tesi a permettere alle immagini di diventare materiali costruttivi.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11311/549930
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact