Gli indicatori di prestazione energetica calcolati secondo le norme tecniche nazionali e del si applicano indistintamente su tutti gli edifici. La normalizzazione dei dati relativi alle modalità di gestione non differenzia gli edifici residenziali dalle altre tipologie edilizie, portando a differenze a volte macroscopiche tra i fabbisogni elaborati partendo dai consumi reali e i fabbisogni calcolati. Il lavoro confronta i risultati di una comparazione tra fabbisogni reali e fabbisogni calcolati su un numero consistente di edifici pubblici non residenziali appartenenti a diverse categorie secondo la procedura elaborata dalla Regione Lombardia, che costituisce un caso particolarmente all’avanguardia nell’intero Paese. L’obiettivo dello studio è quello di fornire al legislatore elementi utili per introdurre dei correttivi sia per ciò che riguarda la metodologia di calcolo, sia per la conseguente classificazione energetica. L’analisi effettuata può costituire uno strumento utile per indirizzare le Regioni italiane che stanno legiferando in materia di certificazione energetica.

Certificazione energetica degli edifici pubblici: valutazione delle criticità delle procedure di calcolo e dei criteri di classificazione adottati

DALL'O', GIULIANO;LUCCHI, ELENA;PALANO, ARIANNA;POLISENO, GUIDO;SARTO, LUCA
2009-01-01

Abstract

Gli indicatori di prestazione energetica calcolati secondo le norme tecniche nazionali e del si applicano indistintamente su tutti gli edifici. La normalizzazione dei dati relativi alle modalità di gestione non differenzia gli edifici residenziali dalle altre tipologie edilizie, portando a differenze a volte macroscopiche tra i fabbisogni elaborati partendo dai consumi reali e i fabbisogni calcolati. Il lavoro confronta i risultati di una comparazione tra fabbisogni reali e fabbisogni calcolati su un numero consistente di edifici pubblici non residenziali appartenenti a diverse categorie secondo la procedura elaborata dalla Regione Lombardia, che costituisce un caso particolarmente all’avanguardia nell’intero Paese. L’obiettivo dello studio è quello di fornire al legislatore elementi utili per introdurre dei correttivi sia per ciò che riguarda la metodologia di calcolo, sia per la conseguente classificazione energetica. L’analisi effettuata può costituire uno strumento utile per indirizzare le Regioni italiane che stanno legiferando in materia di certificazione energetica.
Impianti, energia e ambiente costruito. Verso un benessere sostenibile
Certificazione energetica edifici pubblici; criticità procedure di calcolo; criteri di classificazione
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
85-DALL¹O¹-LUCCHI-PALANO-POLISENO-SARTO.pdf

Accesso riservato

: Altro materiale allegato
Dimensione 504.13 kB
Formato Adobe PDF
504.13 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11311/548732
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact