Il paper descrive le attività di ricerca applicata e di formazione per la professione, svolte da POLI.design, Consorzio del Politecnico di Milano. Il consorzio è per statuto luogo di incontro tra accademia e professione ed è un osservatorio privilegiato per comprendere i meccanismi di relazione tra i diversi attori del sistema design siano essi pubblici e privati. Il paper prende spunto dall’esperienza degli autori (Zurlo è stato direttore del consorzio dal 2004 al 2009) e individua alcune chiavi di lettura per interpretare la ricerca applicata di design. In particolare emerge con interesse lo stretto legame tra dimensione consulenziale e dimensione formativa, sperimentata con aziende di diversi settori, di dimensioni differenti e con esigenze diverse. Il ruolo di POLI.design è inoltre funzionale alla valorizzazione (oltre che all’aggiornamento) delle risorse – materiali (es. laboratori) – e immateriali – (es. conoscenza dei fenomeni) presenti all’interno dell’accademia e rappresenta un esempio, significativo, della sintonia possibile tra mondi, percepiti spesso pregiudizialmente, piuttosto lontani (università e impresa).

Polidesign: a zipper among industry, research and profession

CAUTELA, CABIRIO;ZURLO, FRANCESCO
2005-01-01

Abstract

Il paper descrive le attività di ricerca applicata e di formazione per la professione, svolte da POLI.design, Consorzio del Politecnico di Milano. Il consorzio è per statuto luogo di incontro tra accademia e professione ed è un osservatorio privilegiato per comprendere i meccanismi di relazione tra i diversi attori del sistema design siano essi pubblici e privati. Il paper prende spunto dall’esperienza degli autori (Zurlo è stato direttore del consorzio dal 2004 al 2009) e individua alcune chiavi di lettura per interpretare la ricerca applicata di design. In particolare emerge con interesse lo stretto legame tra dimensione consulenziale e dimensione formativa, sperimentata con aziende di diversi settori, di dimensioni differenti e con esigenze diverse. Il ruolo di POLI.design è inoltre funzionale alla valorizzazione (oltre che all’aggiornamento) delle risorse – materiali (es. laboratori) – e immateriali – (es. conoscenza dei fenomeni) presenti all’interno dell’accademia e rappresenta un esempio, significativo, della sintonia possibile tra mondi, percepiti spesso pregiudizialmente, piuttosto lontani (università e impresa).
9789515581938
design research; networking
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Zurlo_Cautela.pdf

Accesso riservato

: Altro materiale allegato
Dimensione 60.36 kB
Formato Adobe PDF
60.36 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11311/547993
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact