Negli ultimi vent’anni le tecniche legate all’Information Visualisation e all’Information Design si sono affermate come tra le più importanti per la gestione e la rappresentazione di dati, informazioni e conoscenze, grazie alla loro capacità di rendere il “complesso accessibile, l’invisibile visibile e l’intangibile tangibile”. Uno dei territori dove stanno rivelando la loro maggiore effi cacia è la città. Le tradizionali forme di mappatura e di rappresentazione, infatti, si rivelano inadeguate per rappresentare il tessuto urbano come un unico complesso vivente. È proprio la complessità dei fl ussi urbani (tangibili e intangibili) che richiede l’utilizzo di strumenti accurati che possano visualizzare i fenomeni senza scinderli, strumenti che rappresentino le qualità non immediatamente percepibili di un sistema. In questo contesto, i nuovi linguaggi diagrammatici possono essere visti come un’interfaccia liminale tra conoscenza ed esperienza, piuttosto che una mera descrizione della realtà. Costruiscono modelli visivi che collegano l’ambito fi sico delle città con l’invisibile mondo della comunicazione, delle reti sociali e dell’attività umana. Il potenziale delle scritture diagrammatiche va oltre la semplice rappresentazione dei sistemi, consentendo di identifi care i punti chiave attraverso i quali poter agire consciamente all’interno del sistema stesso. L’obiettivo fi nale è generare vision collettive in grado di defi nire e strutturare gli spazi con cui interagiamo. Muovendosi in questo contesto teorico e disciplinare il workshop “Complexity maps” ha defi nito tre obiettivi generali: lo sviluppo di un adeguato metodo per la raccolta di informazioni a livello delle comunità locali; la defi nizione di metodi di visualizzazione in grado di esplicitare le dinamiche interne dell’area di studio; la creazione di nuovi modelli metodologici per la disciplina dell’Information Visualisation.

Complexity Maps

CIUCCARELLI, PAOLO;RICCI, DONATO
2009

Abstract

Negli ultimi vent’anni le tecniche legate all’Information Visualisation e all’Information Design si sono affermate come tra le più importanti per la gestione e la rappresentazione di dati, informazioni e conoscenze, grazie alla loro capacità di rendere il “complesso accessibile, l’invisibile visibile e l’intangibile tangibile”. Uno dei territori dove stanno rivelando la loro maggiore effi cacia è la città. Le tradizionali forme di mappatura e di rappresentazione, infatti, si rivelano inadeguate per rappresentare il tessuto urbano come un unico complesso vivente. È proprio la complessità dei fl ussi urbani (tangibili e intangibili) che richiede l’utilizzo di strumenti accurati che possano visualizzare i fenomeni senza scinderli, strumenti che rappresentino le qualità non immediatamente percepibili di un sistema. In questo contesto, i nuovi linguaggi diagrammatici possono essere visti come un’interfaccia liminale tra conoscenza ed esperienza, piuttosto che una mera descrizione della realtà. Costruiscono modelli visivi che collegano l’ambito fi sico delle città con l’invisibile mondo della comunicazione, delle reti sociali e dell’attività umana. Il potenziale delle scritture diagrammatiche va oltre la semplice rappresentazione dei sistemi, consentendo di identifi care i punti chiave attraverso i quali poter agire consciamente all’interno del sistema stesso. L’obiettivo fi nale è generare vision collettive in grado di defi nire e strutturare gli spazi con cui interagiamo. Muovendosi in questo contesto teorico e disciplinare il workshop “Complexity maps” ha defi nito tre obiettivi generali: lo sviluppo di un adeguato metodo per la raccolta di informazioni a livello delle comunità locali; la defi nizione di metodi di visualizzazione in grado di esplicitare le dinamiche interne dell’area di studio; la creazione di nuovi modelli metodologici per la disciplina dell’Information Visualisation.
Designing Connected Places
9788877946607
città; territorio; complessità; mappa; visualizzazione; diagramma
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
TWDC SS Complexity Maps Wksp_ENG.pdf

Accesso riservato

: Post-Print (DRAFT o Author’s Accepted Manuscript-AAM)
Dimensione 3.74 MB
Formato Adobe PDF
3.74 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri
TWDC SS Complexity Maps Wksp_ITA.pdf

Accesso riservato

: Post-Print (DRAFT o Author’s Accepted Manuscript-AAM)
Dimensione 3.59 MB
Formato Adobe PDF
3.59 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/547834
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact