Design Open Source esplora le opportunità e i limiti della possibile convergenza di due fenomeni, che stanno cambiando e ampliando sensibilmente i modi, gli strumenti e le problematiche del progetto. Il primo fenomeno è quello della graduale apertura del processo progettuale dalle imprese verso l’utente finale, coinvolto in modo sempre più diretto in reti di collaborazione che determinano le caratteristiche dell’offerta. Un cambiamento spinto dall'evoluzione dei mercati, sostenuto dalle innovazioni tecnologiche, ancora da valutare appieno però negli esiti. Il secondo fenomeno è l’emergenza di iniziative di creatività (progettazione) diffusa, che si organizzano dal basso, non solo nella produzione e progettazione di prodotti immateriali e servizi digitali. A partire dal mondo del freesoftware, gli utenti condividono e praticano un approccio alla conoscenza radicalmente nuovo, che apre la strada ad una nuova etica del progetto: la conoscenza, e con essa l'innovazione che ne deriva, sono beni pubblici, che traggono vantaggio più dalla condivisione e dalla diffusione che dalla protezione. La possibilità di una convergenza di questi due fenomeni pone il design di fronte a nuove opportunità, nuove sfide, nuove problematiche, che emergono dal testo con la consapevolezza che gli esiti possibili sono ancora in larga parte da immaginare e, ovviamente, da co-progettare.

Design Open Source. Dalla partecipazione alla progettazione collettiva in rete

CIUCCARELLI, PAOLO
2008

Abstract

Design Open Source esplora le opportunità e i limiti della possibile convergenza di due fenomeni, che stanno cambiando e ampliando sensibilmente i modi, gli strumenti e le problematiche del progetto. Il primo fenomeno è quello della graduale apertura del processo progettuale dalle imprese verso l’utente finale, coinvolto in modo sempre più diretto in reti di collaborazione che determinano le caratteristiche dell’offerta. Un cambiamento spinto dall'evoluzione dei mercati, sostenuto dalle innovazioni tecnologiche, ancora da valutare appieno però negli esiti. Il secondo fenomeno è l’emergenza di iniziative di creatività (progettazione) diffusa, che si organizzano dal basso, non solo nella produzione e progettazione di prodotti immateriali e servizi digitali. A partire dal mondo del freesoftware, gli utenti condividono e praticano un approccio alla conoscenza radicalmente nuovo, che apre la strada ad una nuova etica del progetto: la conoscenza, e con essa l'innovazione che ne deriva, sono beni pubblici, che traggono vantaggio più dalla condivisione e dalla diffusione che dalla protezione. La possibilità di una convergenza di questi due fenomeni pone il design di fronte a nuove opportunità, nuove sfide, nuove problematiche, che emergono dal testo con la consapevolezza che gli esiti possibili sono ancora in larga parte da immaginare e, ovviamente, da co-progettare.
Pitagora
883711738
Design; Open Source; mass customization; peer-to-peer; collaborazione; conoscenza; condivisione
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2008_DesignOpenSource.pdf

Accesso riservato

: Post-Print (DRAFT o Author’s Accepted Manuscript-AAM)
Dimensione 4.85 MB
Formato Adobe PDF
4.85 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri
2008_DesignOpenSource_cover.pdf

Accesso riservato

: Post-Print (DRAFT o Author’s Accepted Manuscript-AAM)
Dimensione 546.76 kB
Formato Adobe PDF
546.76 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11311/547821
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact