L’editoriale del n3 della rivista affronta le tematiche relative al progetto di intervento per l’esistente tramite la lettura e la disanima della legislazione vigente in materia di opere pubbliche attesa e/o disattesa sia da progettisti, che da committenti, che da operatori economici. Le debolezze e le carenze normative vengono messe in evidenza a discapito della qualità professionale e della tutela del patrimonio costruito. Si evidenzia la mancanza di metodo, di approccio e di sviluppo del progetto di intervento da improntarsi alla conservazione delle architetture esistenti senza rinunciare al progetto del nuovo dedicato alla loro rifunzionalizzazione.

Il punto: quale progetto per il recupero dell’esistente?

CAMPANELLA, CHRISTIAN
1998-01-01

Abstract

L’editoriale del n3 della rivista affronta le tematiche relative al progetto di intervento per l’esistente tramite la lettura e la disanima della legislazione vigente in materia di opere pubbliche attesa e/o disattesa sia da progettisti, che da committenti, che da operatori economici. Le debolezze e le carenze normative vengono messe in evidenza a discapito della qualità professionale e della tutela del patrimonio costruito. Si evidenzia la mancanza di metodo, di approccio e di sviluppo del progetto di intervento da improntarsi alla conservazione delle architetture esistenti senza rinunciare al progetto del nuovo dedicato alla loro rifunzionalizzazione.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Rec Edilizia_3-Quale progetto....pdf

accesso aperto

: Publisher’s version
Dimensione 2.49 MB
Formato Adobe PDF
2.49 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11311/531287
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact