Impiego del "rocking coontrollato" nei ponti a telaio: confronti con le soluzioni tradizionali