l “sistema-calcio” sta accumulando un ritardo strutturale nei confronti dei sistemi concorrenti: tale fenomeno rischia di tradursi in andamenti negativi, in termini sportivi, patrimoniali, finanziari, legislativi. La ristrutturazione del mondo calcistico dovrà passare non soltanto attraverso la riforma delle regole, ma inevitabilmente anche attraverso una seria e credibile strategia di governo degli interventi capace di garantire un sistema di impianti moderni, ove possibile polifunzionali, ma soprattutto in linea con i più attuali concetti di sicurezza per il pubblico e per il cittadino. L’ottica di rinnovamento suggerisce una critica osservazione dello scenario internazionale, ribadendo la necessità di elaborazione di un proprio modello in grado di rispondere alle peculiari esigenze territoriali e sociali alimentando formule organizzative capaci di garantire ai soggetti attuatori produttività economica, visibilità e soddisfazione politica. Il mondo dello sport non può esimersi, vista la sua natura, da un approccio etico dall’elevata salvaguardia sociale nel configurare norme e codici che ribadiscano il ruolo formativo ed educativo che tale disciplina da sempre incorpora. Capacità progettuali e forme di governance all’avanguardia dovranno favorire, da parte dell’utente e di una allargata opinione pubblica, il riappropriarsi di una cultura civica che, proprio a partire dalla sicurezza dell’ambiente e dei luoghi di socializzazione, è alla base della qualità del vivere. Da due decenni l’apparato legislativo va nella direzione di programmi straordinari per l’impiantistica sportiva, finalizzati in particolare alla pratica calcistica, proprio per soddisfare le emergenti esigenze in materia di sicurezza, fruibilità, redditività della gestione economico-finanziaria. La speranza degli autori di questo libro è che i tavoli di lavoro attivati a livello nazionale e internazionale siano in grado di fornire risposte soddisfacenti ed esaustive in merito alle tematiche di sicurezza, multifunzionalità, e sostenibilità degli stadi per il calcio, elemento urbano imprescindibile della città europea e della socialità collettiva.

PROGETTARE UNO STADIO. Architettura costruzione gestione

E. Faroldi;M. P. Vettori;D. Allegri;P. Chierici
2022

Abstract

l “sistema-calcio” sta accumulando un ritardo strutturale nei confronti dei sistemi concorrenti: tale fenomeno rischia di tradursi in andamenti negativi, in termini sportivi, patrimoniali, finanziari, legislativi. La ristrutturazione del mondo calcistico dovrà passare non soltanto attraverso la riforma delle regole, ma inevitabilmente anche attraverso una seria e credibile strategia di governo degli interventi capace di garantire un sistema di impianti moderni, ove possibile polifunzionali, ma soprattutto in linea con i più attuali concetti di sicurezza per il pubblico e per il cittadino. L’ottica di rinnovamento suggerisce una critica osservazione dello scenario internazionale, ribadendo la necessità di elaborazione di un proprio modello in grado di rispondere alle peculiari esigenze territoriali e sociali alimentando formule organizzative capaci di garantire ai soggetti attuatori produttività economica, visibilità e soddisfazione politica. Il mondo dello sport non può esimersi, vista la sua natura, da un approccio etico dall’elevata salvaguardia sociale nel configurare norme e codici che ribadiscano il ruolo formativo ed educativo che tale disciplina da sempre incorpora. Capacità progettuali e forme di governance all’avanguardia dovranno favorire, da parte dell’utente e di una allargata opinione pubblica, il riappropriarsi di una cultura civica che, proprio a partire dalla sicurezza dell’ambiente e dei luoghi di socializzazione, è alla base della qualità del vivere. Da due decenni l’apparato legislativo va nella direzione di programmi straordinari per l’impiantistica sportiva, finalizzati in particolare alla pratica calcistica, proprio per soddisfare le emergenti esigenze in materia di sicurezza, fruibilità, redditività della gestione economico-finanziaria. La speranza degli autori di questo libro è che i tavoli di lavoro attivati a livello nazionale e internazionale siano in grado di fornire risposte soddisfacenti ed esaustive in merito alle tematiche di sicurezza, multifunzionalità, e sostenibilità degli stadi per il calcio, elemento urbano imprescindibile della città europea e della socialità collettiva.
Maggioli Editorre
978-88-916-2236-5
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
faroldi & altri_progettare uno stadio.pdf

accesso aperto

Descrizione: monografia cartacea
: Post-Print (DRAFT o Author’s Accepted Manuscript-AAM)
Dimensione 5.66 MB
Formato Adobe PDF
5.66 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/1219131
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact