Architects are being asked nowadays to interpret the expectation of school innovation. Ample room for research and further knowledge and skills is possible, starting from the evidence of the many errors made in the past in the oversight of building performance and referring to a large number of recent projects at an international level. All this, however, is not enough unless it is accompanied by openness to dialogue with the educational scholars and, above all, with the “inhabitants” of schools. This article presents a scenario on the transdisciplinary and participatory approach in the research and design of new learning environments and questions the potential and limits of innovation in school design.

Agli architetti viene chiesto oggi di farsi interpreti delle aspettative di innovazione della scuola. Ampi spazi di ricerca e aggiornamento sono possibili partendo dalle evidenze dei tanti errori del passato nel controllo delle prestazioni edilizie e confrontandosi con un’ampia casistica di recenti realizzazioni a livello internazionale. Tutto questo però non è sufficiente, se non è accompagnato da una apertura al dialogo con le discipline che si occupano di processi educativi e relazionali e, soprattutto, con coloro che “abitano” le scuole. Il contributo ricostruisce uno scenario sull’approccio transdisciplinare e partecipativo nella ricerca e nel progetto dei nuovi ambienti di apprendimento e si interroga sulle potenzialità e i limiti dell’innovazione nel progetto delle scuole.

Progettare scuole in scenari innovativi / Designing schools in innovation scenarios

M. Fianchini
2021

Abstract

Agli architetti viene chiesto oggi di farsi interpreti delle aspettative di innovazione della scuola. Ampi spazi di ricerca e aggiornamento sono possibili partendo dalle evidenze dei tanti errori del passato nel controllo delle prestazioni edilizie e confrontandosi con un’ampia casistica di recenti realizzazioni a livello internazionale. Tutto questo però non è sufficiente, se non è accompagnato da una apertura al dialogo con le discipline che si occupano di processi educativi e relazionali e, soprattutto, con coloro che “abitano” le scuole. Il contributo ricostruisce uno scenario sull’approccio transdisciplinare e partecipativo nella ricerca e nel progetto dei nuovi ambienti di apprendimento e si interroga sulle potenzialità e i limiti dell’innovazione nel progetto delle scuole.
TECHNE
Architects are being asked nowadays to interpret the expectation of school innovation. Ample room for research and further knowledge and skills is possible, starting from the evidence of the many errors made in the past in the oversight of building performance and referring to a large number of recent projects at an international level. All this, however, is not enough unless it is accompanied by openness to dialogue with the educational scholars and, above all, with the “inhabitants” of schools. This article presents a scenario on the transdisciplinary and participatory approach in the research and design of new learning environments and questions the potential and limits of innovation in school design.
School design; Learning environments; Users; Transdisciplinary research; Participation.
Progetto di scuole; Ambienti di apprendimento; Utenti; Ricerca transdisciplinare; Partecipazione
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Techne21_2021.pdf

accesso aperto

: Publisher’s version
Dimensione 129.84 kB
Formato Adobe PDF
129.84 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/1186513
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact