Attraverso le diverse voci e apporti che hanno contribuito a sviluppare il progetto di ricerca Bioregione finanziato da Fondazione Cariplo, l'articolo scritto da Antonio Longo (e che apre il servizio omonimo curato da A.Longo e C. Dezio) intende proporre una riflessione aperta e trasversale sulla natura esplorativa e progettuale del termine che alla stessa dà il nome. Il campo d’indagine è la metropoli milanese, centro di un sistema di luoghi e paesaggi, relazioni tra produzioni e consumi, gestione degli scarti e dell’energia. Il contesto sono anche le relazioni interdisciplinari e il dialogo tra gruppi di ricerca dell’Università degli Studi di Milano e dei dipartimenti di Architettura del Politecnico di Milano. La prospettiva bioregionale, che nel mondo è stata spesso legata a nuove ideologie e scuole, affinché non risulti una semplice modalità di identificazione accademica, richiede approcci pragmatici basati su azioni concrete; in questo caso, si parla di azioni rivolte al miglioramento della qualità agronomica e ambientale e della relazione tra produzioni, consumi e scarti. In questa chiave, la lettura territoriale e paesaggistica del sistema bioregionale si offre come una prospettiva di lavoro e di ricerca imperfetta, ma utile alla comprensione di relazioni complesse, che permette di affrontare sfide ambientali e paesaggistiche riguardanti i territori contemporanei, in una chiave che prevede la valorizzazione delle risorse locali.

Il servizio propone una riflessione sulla natura esplorativa e progettuale del termine ‘bioregione’. Il campo d’indagine è la metropoli milanese, centro di un sistema di luoghi e paesaggi, relazioni tra produzioni e consumi, gestione di scarti ed energia. La prospettiva bioregionale, spesso legata a nuove ideologie e scuole, affinché non risulti una semplice modalità di identificazione accademica, richiede approcci pragmatici basati su azioni concrete; qui si parla di azioni rivolte al miglioramento della qualità agronomica e ambientale e della relazione tra produzioni, consumi e scarti. La lettura territoriale e paesaggistica del sistema bioregionale si offre come una prospettiva di lavoro e di ricerca imperfetta, ma utile alla comprensione di relazioni complesse, che permette di affrontare sfide ambientali e paesaggistiche riguardanti i territori contemporanei, nella valorizzazione delle risorse locali.

Bioregione come spazio di ricerca e progetto

Dezio C.;Longo A.
2020

Abstract

Attraverso le diverse voci e apporti che hanno contribuito a sviluppare il progetto di ricerca Bioregione finanziato da Fondazione Cariplo, l'articolo scritto da Antonio Longo (e che apre il servizio omonimo curato da A.Longo e C. Dezio) intende proporre una riflessione aperta e trasversale sulla natura esplorativa e progettuale del termine che alla stessa dà il nome. Il campo d’indagine è la metropoli milanese, centro di un sistema di luoghi e paesaggi, relazioni tra produzioni e consumi, gestione degli scarti e dell’energia. Il contesto sono anche le relazioni interdisciplinari e il dialogo tra gruppi di ricerca dell’Università degli Studi di Milano e dei dipartimenti di Architettura del Politecnico di Milano. La prospettiva bioregionale, che nel mondo è stata spesso legata a nuove ideologie e scuole, affinché non risulti una semplice modalità di identificazione accademica, richiede approcci pragmatici basati su azioni concrete; in questo caso, si parla di azioni rivolte al miglioramento della qualità agronomica e ambientale e della relazione tra produzioni, consumi e scarti. In questa chiave, la lettura territoriale e paesaggistica del sistema bioregionale si offre come una prospettiva di lavoro e di ricerca imperfetta, ma utile alla comprensione di relazioni complesse, che permette di affrontare sfide ambientali e paesaggistiche riguardanti i territori contemporanei, in una chiave che prevede la valorizzazione delle risorse locali.
Il servizio propone una riflessione sulla natura esplorativa e progettuale del termine ‘bioregione’. Il campo d’indagine è la metropoli milanese, centro di un sistema di luoghi e paesaggi, relazioni tra produzioni e consumi, gestione di scarti ed energia. La prospettiva bioregionale, spesso legata a nuove ideologie e scuole, affinché non risulti una semplice modalità di identificazione accademica, richiede approcci pragmatici basati su azioni concrete; qui si parla di azioni rivolte al miglioramento della qualità agronomica e ambientale e della relazione tra produzioni, consumi e scarti. La lettura territoriale e paesaggistica del sistema bioregionale si offre come una prospettiva di lavoro e di ricerca imperfetta, ma utile alla comprensione di relazioni complesse, che permette di affrontare sfide ambientali e paesaggistiche riguardanti i territori contemporanei, nella valorizzazione delle risorse locali.
Parole chiave: bioregione; progetto di territorio e paesaggio; transdisciplinarità
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
TR2020-093002_Dezio_bioServizio.pdf

Accesso riservato

: Publisher’s version
Dimensione 1.47 MB
Formato Adobe PDF
1.47 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/1169265
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact