A significant example of twentieth-century asylum architecture, the Varese Provincial Psychiatric Hospital was built in the second quarter of the twentieth century to meet the functional and image needs of the new province, formally established on December 6, 1926 at the end of a complex bureaucratic process and following a long cultural and political debate. The study of the project was commissioned to Eng. Virgilio Coltro, Head of the technical office of the new Province, who at first hypothesized the construction of a hospital capable of accommodating about 1,200 patients. After analyzing the different conceptual-design phases of the new Psychiatric Hospital, the essay lingers on the choices that led to the creation of a much more contained modern structure for psychiatric care, also reconstructing the historical phases that saw the Varese structure transformed into a German Military Hospital, into hospital of the Republican army, into hospital of the International Red Cross for the wounded and convalescent repatriated soldiers and into a center for the treatment of soldiers suffering from lung diseases.

Significativo esempio di architettura manicomiale novecentesca, l’Ospedale Psichiatrico Provinciale di Varese fu costruito nel secondo quarto del XX secolo per rispondere alle esigenze funzionali e di immagine della nuova provincia, formalmente costituita il 6 dicembre 1926 a conclusione di un articolato iter burocratico e a seguito di un lungo dibattito culturale e politico. Lo studio del progetto fu commissionato all’ing. Virgilio Coltro, Capo dell’ufficio tecnico della neonata Provincia, che in un primo momento ipotizzò la realizzazione di un nosocomio capace di ospitare circa 1.200 pazienti. Dopo aver analizzato le differenti fasi ideativo-progettuali del nuovo Ospedale Psichiatrico, il saggio indugia sulle scelte che hanno portato a realizzare una moderna struttura per la cura psichiatrica assai più contenuta, ricostruendo anche le fasi storiche che hanno visto trasformare la struttura varesina in Ospedale Militare Tedesco, in sede nosocomiale dell’esercito repubblichino, in ospedale della Croce Rossa Internazionale per i militari feriti e convalescenti rimpatriati e in un centro per la cura dei soldati affetti da patologie polmonari.

La fondazione della Provincia di Varese e la conseguente progettazione dell’Ospedale Psichiatrico Provinciale

F. Zanzottera
2019

Abstract

Significativo esempio di architettura manicomiale novecentesca, l’Ospedale Psichiatrico Provinciale di Varese fu costruito nel secondo quarto del XX secolo per rispondere alle esigenze funzionali e di immagine della nuova provincia, formalmente costituita il 6 dicembre 1926 a conclusione di un articolato iter burocratico e a seguito di un lungo dibattito culturale e politico. Lo studio del progetto fu commissionato all’ing. Virgilio Coltro, Capo dell’ufficio tecnico della neonata Provincia, che in un primo momento ipotizzò la realizzazione di un nosocomio capace di ospitare circa 1.200 pazienti. Dopo aver analizzato le differenti fasi ideativo-progettuali del nuovo Ospedale Psichiatrico, il saggio indugia sulle scelte che hanno portato a realizzare una moderna struttura per la cura psichiatrica assai più contenuta, ricostruendo anche le fasi storiche che hanno visto trasformare la struttura varesina in Ospedale Militare Tedesco, in sede nosocomiale dell’esercito repubblichino, in ospedale della Croce Rossa Internazionale per i militari feriti e convalescenti rimpatriati e in un centro per la cura dei soldati affetti da patologie polmonari.
A significant example of twentieth-century asylum architecture, the Varese Provincial Psychiatric Hospital was built in the second quarter of the twentieth century to meet the functional and image needs of the new province, formally established on December 6, 1926 at the end of a complex bureaucratic process and following a long cultural and political debate. The study of the project was commissioned to Eng. Virgilio Coltro, Head of the technical office of the new Province, who at first hypothesized the construction of a hospital capable of accommodating about 1,200 patients. After analyzing the different conceptual-design phases of the new Psychiatric Hospital, the essay lingers on the choices that led to the creation of a much more contained modern structure for psychiatric care, also reconstructing the historical phases that saw the Varese structure transformed into a German Military Hospital, into hospital of the Republican army, into hospital of the International Red Cross for the wounded and convalescent repatriated soldiers and into a center for the treatment of soldiers suffering from lung diseases.
Varese
Ospedale psichiatrico
Manicomio
Architettura sociale
Architettura ospedaliera
Architettura e follia
Mental hospital
Psychiatric Hospital
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
La fondazione della Provincia di Varese Rivista ISAL n 28 - Bassa ris.pdf

Accesso riservato

Descrizione: Articolo pubblicato
: Publisher’s version
Dimensione 3.1 MB
Formato Adobe PDF
3.1 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11311/1150773
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact