In the age of the knowledge economy, cultural institutions are drivers of local development to the extent to which they contribute to creating social capital and finding resilient responses to the challenges of globalisation, in line with the 2030 UN Agenda for Sustainable Development. This role is typical of ecomuseums, which base their action on the landscape project, the participation of communities, the sustainable growth of local systems, the care and management of cultural heritage in a creative way. In this regard, Italian ecomuseums offer a repertoire of good practices relevant to the themes of participatory territorial planning and management, and ability to generate new economies. The paper illustrates the studies conducted by the Research Group “Governance, design and enhancement of the built environment” at the ABC Department of the Politecnico di Milano in collaboration with the National Coordination of Italian Ecomuseums.

Nell’era dell’economia della conoscenza, le istituzioni culturali sono driver dello sviluppo locale nella misura in cui creano capitale sociale e trovano risposte resilienti alle sfide della globalizzazione, in linea con i 17 Goals dell’Agenda 2030 dell’ONU per lo Sviluppo Sostenibile. Questo ruolo è tipico degli ecomusei che fondano la loro azione sul progetto del paesaggio, sulla partecipazione delle comunità, sulla crescita sostenibile dei sistemi locali, sulla cura e gestione del patrimonio culturale in chiave creativa e innovativa. In particolare, gli ecomusei italiani, a partire dall’esperienza di gestione del paesaggio, offrono un repertorio di buone pratiche di pianificazione partecipata e integrata del territorio, e sviluppo di nuove filiere economiche. Il paper illustra gli studi del gruppo di ricerca “Governance, progetto e valorizzazione dell’ambiente costruito” del Dipartimento ABC del Politecnico di Milano in collaborazione con il Coordinamento Nazionale degli Ecomusei Italiani.

Cultural landscapes and Sustainable development: the role of ecomuseums / Paesaggi culturali e sviluppo sostenibile: il ruolo degli ecomusei

R. Riva
2020

Abstract

Nell’era dell’economia della conoscenza, le istituzioni culturali sono driver dello sviluppo locale nella misura in cui creano capitale sociale e trovano risposte resilienti alle sfide della globalizzazione, in linea con i 17 Goals dell’Agenda 2030 dell’ONU per lo Sviluppo Sostenibile. Questo ruolo è tipico degli ecomusei che fondano la loro azione sul progetto del paesaggio, sulla partecipazione delle comunità, sulla crescita sostenibile dei sistemi locali, sulla cura e gestione del patrimonio culturale in chiave creativa e innovativa. In particolare, gli ecomusei italiani, a partire dall’esperienza di gestione del paesaggio, offrono un repertorio di buone pratiche di pianificazione partecipata e integrata del territorio, e sviluppo di nuove filiere economiche. Il paper illustra gli studi del gruppo di ricerca “Governance, progetto e valorizzazione dell’ambiente costruito” del Dipartimento ABC del Politecnico di Milano in collaborazione con il Coordinamento Nazionale degli Ecomusei Italiani.
In the age of the knowledge economy, cultural institutions are drivers of local development to the extent to which they contribute to creating social capital and finding resilient responses to the challenges of globalisation, in line with the 2030 UN Agenda for Sustainable Development. This role is typical of ecomuseums, which base their action on the landscape project, the participation of communities, the sustainable growth of local systems, the care and management of cultural heritage in a creative way. In this regard, Italian ecomuseums offer a repertoire of good practices relevant to the themes of participatory territorial planning and management, and ability to generate new economies. The paper illustrates the studies conducted by the Research Group “Governance, design and enhancement of the built environment” at the ABC Department of the Politecnico di Milano in collaboration with the National Coordination of Italian Ecomuseums.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2020 SMC 11 Riva.pdf

accesso aperto

: Publisher’s version
Dimensione 7.89 MB
Formato Adobe PDF
7.89 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/1144008
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact