Dopo la morte di Lorenzo Torrentino (nel 1563), la tipografia fiorentina fu proseguita sino al 1570 dai figli Leonardo e Lorenzo il Giovane, quando fu di fatto chiusa e il materiale ceduto ai Giunti. Filippo il Giovane (1533-1600), figlio di Bernardo Giunti, condusse a Firenze, insieme ai sei fratelli, la bottega proprio negli anni in cui Giorgio Vasari lavorava alla nuova redazione de "Le vite". Il lavoro di impressione della monografia durò ben quattro anni e vide la luce nel 1568. La vita di Giulio Romano trova qui maggior spazio con l’estensione del catalogo dell’artista (specialmente per i lavori di pittura) e delle descrizioni iconografiche delle principali opere ad affresco o da cavalletto. Assai gustosi sono gli aneddoti relativi alla visita mantovana di Vasari che, in viaggio per Venezia, giunse nella città gonzaghesca nel novembre 1541 per visitare Giulio. Vengono infine riproposti, con qualche variante, i cataloghi delle architetture romane (ridotte alla sola Villa Madama) e mantovane.

Giorgio Vasari ... Le vite de' più eccellenti pittori, scultori et architettori scritte da M. Giorgio Vasari pittore et architetto aretino. Primo volume della parte terza, appresso i Giunti, in Fiorenza, 1568 [scheda 123]

C. Togliani
2019

Abstract

Dopo la morte di Lorenzo Torrentino (nel 1563), la tipografia fiorentina fu proseguita sino al 1570 dai figli Leonardo e Lorenzo il Giovane, quando fu di fatto chiusa e il materiale ceduto ai Giunti. Filippo il Giovane (1533-1600), figlio di Bernardo Giunti, condusse a Firenze, insieme ai sei fratelli, la bottega proprio negli anni in cui Giorgio Vasari lavorava alla nuova redazione de "Le vite". Il lavoro di impressione della monografia durò ben quattro anni e vide la luce nel 1568. La vita di Giulio Romano trova qui maggior spazio con l’estensione del catalogo dell’artista (specialmente per i lavori di pittura) e delle descrizioni iconografiche delle principali opere ad affresco o da cavalletto. Assai gustosi sono gli aneddoti relativi alla visita mantovana di Vasari che, in viaggio per Venezia, giunse nella città gonzaghesca nel novembre 1541 per visitare Giulio. Vengono infine riproposti, con qualche variante, i cataloghi delle architetture romane (ridotte alla sola Villa Madama) e mantovane.
978-88-572-4065-7
Filippo (il giovane) Giunti, editore
Lorenzo (il giovane) Torrentino, editore
Giorgio Vasari, storico dell'arte e dell'architettura
Storia dell'Architettura
Giulio Romano, pittore, architetto
Storia dell'Editoria
Rinascimento
Lorenzo Torrentino (alias Laurens van der Beke), editore
Leonardo Torrentino, editore
Bernardo Giunti, editore
Villa Madama, Roma
Palazzo (villa) Te, Mantova
Palazzo (villa) di Marmirolo (Mn)
Cappella Boschetti, Basilica di Sant'Andrea, Mantova
Appartamento ("stanze") di Castello, Palazzo Ducale, Mantova
Casa di Giulio Romano, Mantova
Abbazia di Polirone, San Benedetto Po (Mn)
Cattedrale di San Pietro, Mantova
Filippo (il Giovane) Giunti, editore
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Schede - 123 G. Vasari.pdf

Accesso riservato

: Publisher’s version
Dimensione 6.8 MB
Formato Adobe PDF
6.8 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/1126221
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact