Recenti prove condotte al Politecnico di Milano sulla caratterizzazione termo-meccanica di calcestruzzi speciali hanno riguardato due mescole, l’una con aggregato a base di polistirene espanso sinterizzato – EPS e l’altra con aggregato baritico, maturata quest’ultima in due condizioni ambientali differenti. L’obiettivo è stato quello di rendere disponibili dati nuovi o aggiornati su due famiglie estreme di calcestruzzo strutturale (fc = 26-35 MPa). Una quarta mescola con aggregato ordinario è stata poi studiata per confronto. Circa 100 cilindri riscaldati a diverse temperature di riferimento fino a 700-750°C hanno permesso di valutare le resistenze in compressione ed in trazione indiretta per spacco, il modulo elastico, e la diffusività termica. L’introduzione di due indici di danno, basati rispettivamente sui decadimenti del modulo elastico e della velocità delle onde ultrasoniche, ha poi permesso di mettere in luce l’effetto che la temperatura ha sulla deviazione dalla linearità nei conglomerati studiati, il cui decadimento meccanico è risultato in linea con quello dei calcestruzzi ordinari. Tuttavia, il calcestruzzo baritico conserva più a lungo il proprio comportamento lineare, mentre il calcestruzzo con EPS richiede più cemento per garantire proprietà meccaniche accettabili.

Calcestruzzi Leggeri e Pesanti ad Alta Temperatura

Lo Monte F.;Gambarova P. G.
2014

Abstract

Recenti prove condotte al Politecnico di Milano sulla caratterizzazione termo-meccanica di calcestruzzi speciali hanno riguardato due mescole, l’una con aggregato a base di polistirene espanso sinterizzato – EPS e l’altra con aggregato baritico, maturata quest’ultima in due condizioni ambientali differenti. L’obiettivo è stato quello di rendere disponibili dati nuovi o aggiornati su due famiglie estreme di calcestruzzo strutturale (fc = 26-35 MPa). Una quarta mescola con aggregato ordinario è stata poi studiata per confronto. Circa 100 cilindri riscaldati a diverse temperature di riferimento fino a 700-750°C hanno permesso di valutare le resistenze in compressione ed in trazione indiretta per spacco, il modulo elastico, e la diffusività termica. L’introduzione di due indici di danno, basati rispettivamente sui decadimenti del modulo elastico e della velocità delle onde ultrasoniche, ha poi permesso di mettere in luce l’effetto che la temperatura ha sulla deviazione dalla linearità nei conglomerati studiati, il cui decadimento meccanico è risultato in linea con quello dei calcestruzzi ordinari. Tuttavia, il calcestruzzo baritico conserva più a lungo il proprio comportamento lineare, mentre il calcestruzzo con EPS richiede più cemento per garantire proprietà meccaniche accettabili.
ATTI DELLE GIORNATE A.I.C.A.P. 2014 - STRUTTURE NEL TESSUTO URBANO
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Lo Monte e Gambarova_Calcestruzzi Leggeri e Pesanti.pdf

Accesso riservato

: Pre-Print (o Pre-Refereeing)
Dimensione 491.71 kB
Formato Adobe PDF
491.71 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11311/1124656
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact