The geographic conditions of mountain areas have shaped fascinating forms of tangible and intangible heritage, but also remarkable contextual problems, ranging from complicated infrastructural situations – resulting in low levels of employment, abandonment and aging population, as well as relevant difficulties in running local assets – to particularly complex cultural systems – characterized by a delicate balance between the communities’ distinctive identities, physically and culturally protected by natural borders, and the acknowledgment of a shared history. These special contexts solicit peculiar practices for the preservation, management and enhancement of cultural heritage, and are therefore a potentially fertile territory for the experimentation with innovative strategies and tools. The paper aims at offering an insight on the experience and the best practices designed and developed by the Fondazione Museo Storico del Trentino, in the ten-year anniversary of this institution. Le aree montuose sono associate a importanti forme di patrimonio, tangibile e intangibile, ma anche a significativi problemi contestuali, legati a limitati sistemi infrastrutturali – a cui conseguono bassi livelli di occupazione, spopolamento, invecchiamento della popolazione e consistenti difficoltà nella gestione del patrimonio locale – e delicati sistemi culturali – connotati da un fragile equilibrio tra le identità delle singole comunità, modellate e protette da bordi naturali, e il senso di appartenenza a una storia e un territorio che li accomunano. La complessità di un simile contesto richiede la progettazione di pratiche innovative per la valorizzazione e promozione del patrimonio, e al contempo lo rende terreno fertile per la sperimentazione di nuovi strumenti e strategie. Superato il suo decimo anno di vita, l’articolo intende esplorare l’esperienza della Fondazione Museo Storico del Trentino e comprenderne gli aspetti che rendono tale istituzione un esempio virtuoso.

Fondazione Museo Storico del Trentino: A Networked, Multimedia, Participative, Adaptive Model for Curating Cultural Heritage in Mountain Areas

E. Montanari
2019

Abstract

The geographic conditions of mountain areas have shaped fascinating forms of tangible and intangible heritage, but also remarkable contextual problems, ranging from complicated infrastructural situations – resulting in low levels of employment, abandonment and aging population, as well as relevant difficulties in running local assets – to particularly complex cultural systems – characterized by a delicate balance between the communities’ distinctive identities, physically and culturally protected by natural borders, and the acknowledgment of a shared history. These special contexts solicit peculiar practices for the preservation, management and enhancement of cultural heritage, and are therefore a potentially fertile territory for the experimentation with innovative strategies and tools. The paper aims at offering an insight on the experience and the best practices designed and developed by the Fondazione Museo Storico del Trentino, in the ten-year anniversary of this institution. Le aree montuose sono associate a importanti forme di patrimonio, tangibile e intangibile, ma anche a significativi problemi contestuali, legati a limitati sistemi infrastrutturali – a cui conseguono bassi livelli di occupazione, spopolamento, invecchiamento della popolazione e consistenti difficoltà nella gestione del patrimonio locale – e delicati sistemi culturali – connotati da un fragile equilibrio tra le identità delle singole comunità, modellate e protette da bordi naturali, e il senso di appartenenza a una storia e un territorio che li accomunano. La complessità di un simile contesto richiede la progettazione di pratiche innovative per la valorizzazione e promozione del patrimonio, e al contempo lo rende terreno fertile per la sperimentazione di nuovi strumenti e strategie. Superato il suo decimo anno di vita, l’articolo intende esplorare l’esperienza della Fondazione Museo Storico del Trentino e comprenderne gli aspetti che rendono tale istituzione un esempio virtuoso.
cultural heritage, heritage management, exhibiting heritage, cultural institutions, diffused museum, mountain areas, Trentino, Trento, Fondazione Museo Storico del Trentino, Gallerie di Piedicastello
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Il Capitale Culturale_2019.pdf

accesso aperto

: Publisher’s version
Dimensione 374.66 kB
Formato Adobe PDF
374.66 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/1096767
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? 0
social impact