La mostra espone 84 schizzi di architetture o studi di architetture realizzati a mano dall'architetto Eduardo Souto de Moura, selezionati tra quelli raccolti nelle centinaia di quaderni archiviati nello studio portoghese, testimoni di un metodo di lavoro che fonda le sue radici in una straordinaria capacità di coniugare l'osservazione dei luoghi, l'analisi degli elementi fondativi del progetto e la fase costruttiva dell'architettura. Gli schizzi, nel loro esporsi, non seguono un filo conduttore, cronologico o tematico. Parlano, invece, di un processo, di un modo di lavorare, di un metodo che indispensabilmente passa attraverso l'appunto, l'appunto grafico, che è, insieme, conoscenza e interpretazione, annotazione e studio, idea e immagine. Ogni progetto inizia quindi con uno schizzo. Le case private, gli edifici a torre, le strutture e le attrezzature urbane, i grandi spazi per la collettività qui presentati sono esempi non della qualità dell'opera realizzata, ma del processo espressivo che ne è alla base, del lavoro paziente dell'architetto. In una fase successiva lo schizzo o l'insieme degli schizzi elaborati intorno all'idea iniziale, vengono lavorati, nello studio di architettura, con i sistemi grafici informatizzati: disegni rigorosi, precisi, dimensionati e interpretati attraverso la costruzione di uno o più modelli tridimensionali in scala. Questo preocesso viene ripetuto più volte, fino a raggiungere la soluzione finale, il progetto da realizzare. Così, l'architetto porta sempre con sè un quaderno, un caderno, su cui annota quotidianamente disegni, appunti, misure e soluzioni compositive o volumetriche, che presenta nelle molte occasioni di riunioni, lezioni, viaggi... Gli schizzi sono eseguiti a penna nera, pennarello o matita, a seconda dell'occasione e della disponibilità dello strumento e del supporto.

The exhibition includes 84 sketches of architecture works or architecture studies hand drawn by the architect Souto de Moura. The sketches have been selected among the thousands of notebooks stored in the Portuguese studio, and show a work method that is based on an extraordinary ability of combining the observation of the places, the analysis of the fundamental elements of the project and the creative stage of architecture. The sketches don’t have a common thread, be it chronological or thematic. On the contrary, they talk about a process, a way of working, a method which necessarily goes through the note- the graphic note which is at the same time knowledge and interpretation, note and study, idea and image. The private houses, the tower buildings, the urban structures and facilities, the big places for the community which are here presented, are not examples of the quality of the realized work but of the expressive process which is at the base of it, of the patient work of the architect. At a later stage, the sketch or the set of the sketches drawn up around the original idea are developed with computerized graphical systems: rigorous and precise drawings are dimensioned and interpreted through the construction of one or several three-dimensional models to scale. This process is repeated many times in order to reach the final solution, i.e. the architectural design project to be realized. So the architect brings always with him a notebook on which he daily draws, takes notes, writes measures and composition or volumetric solutions which he presents in the several meetings, lectures, travels,… Sketches are drawn in black pen, felt-tip pen or pencil depending on the occasion and on the availability of the tool and of the medium.

CADERNOS AZUIS. EDUARDO SOUTO DE MOURA

B. Bogoni
2016-01-01

Abstract

La mostra espone 84 schizzi di architetture o studi di architetture realizzati a mano dall'architetto Eduardo Souto de Moura, selezionati tra quelli raccolti nelle centinaia di quaderni archiviati nello studio portoghese, testimoni di un metodo di lavoro che fonda le sue radici in una straordinaria capacità di coniugare l'osservazione dei luoghi, l'analisi degli elementi fondativi del progetto e la fase costruttiva dell'architettura. Gli schizzi, nel loro esporsi, non seguono un filo conduttore, cronologico o tematico. Parlano, invece, di un processo, di un modo di lavorare, di un metodo che indispensabilmente passa attraverso l'appunto, l'appunto grafico, che è, insieme, conoscenza e interpretazione, annotazione e studio, idea e immagine. Ogni progetto inizia quindi con uno schizzo. Le case private, gli edifici a torre, le strutture e le attrezzature urbane, i grandi spazi per la collettività qui presentati sono esempi non della qualità dell'opera realizzata, ma del processo espressivo che ne è alla base, del lavoro paziente dell'architetto. In una fase successiva lo schizzo o l'insieme degli schizzi elaborati intorno all'idea iniziale, vengono lavorati, nello studio di architettura, con i sistemi grafici informatizzati: disegni rigorosi, precisi, dimensionati e interpretati attraverso la costruzione di uno o più modelli tridimensionali in scala. Questo preocesso viene ripetuto più volte, fino a raggiungere la soluzione finale, il progetto da realizzare. Così, l'architetto porta sempre con sè un quaderno, un caderno, su cui annota quotidianamente disegni, appunti, misure e soluzioni compositive o volumetriche, che presenta nelle molte occasioni di riunioni, lezioni, viaggi... Gli schizzi sono eseguiti a penna nera, pennarello o matita, a seconda dell'occasione e della disponibilità dello strumento e del supporto.
The exhibition includes 84 sketches of architecture works or architecture studies hand drawn by the architect Souto de Moura. The sketches have been selected among the thousands of notebooks stored in the Portuguese studio, and show a work method that is based on an extraordinary ability of combining the observation of the places, the analysis of the fundamental elements of the project and the creative stage of architecture. The sketches don’t have a common thread, be it chronological or thematic. On the contrary, they talk about a process, a way of working, a method which necessarily goes through the note- the graphic note which is at the same time knowledge and interpretation, note and study, idea and image. The private houses, the tower buildings, the urban structures and facilities, the big places for the community which are here presented, are not examples of the quality of the realized work but of the expressive process which is at the base of it, of the patient work of the architect. At a later stage, the sketch or the set of the sketches drawn up around the original idea are developed with computerized graphical systems: rigorous and precise drawings are dimensioned and interpreted through the construction of one or several three-dimensional models to scale. This process is repeated many times in order to reach the final solution, i.e. the architectural design project to be realized. So the architect brings always with him a notebook on which he daily draws, takes notes, writes measures and composition or volumetric solutions which he presents in the several meetings, lectures, travels,… Sketches are drawn in black pen, felt-tip pen or pencil depending on the occasion and on the availability of the tool and of the medium.
disegno di architettura, eduardo souto de moura, tecniche di disegno, progettazione dell'architettura
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
6a_MG_0155.jpg

Accesso riservato

Descrizione: FOTO MOSTRA 01
: Publisher’s version
Dimensione 5.95 MB
Formato JPEG
5.95 MB JPEG   Visualizza/Apri
7_MG_0148.jpg

Accesso riservato

Descrizione: FOTO MOSTRA 02
: Publisher’s version
Dimensione 9.07 MB
Formato JPEG
9.07 MB JPEG   Visualizza/Apri
1_MG_0006.jpg

Accesso riservato

Descrizione: FOTO MOSTRA 03
: Publisher’s version
Dimensione 10.16 MB
Formato JPEG
10.16 MB JPEG   Visualizza/Apri
3_MG_0079.jpg

Accesso riservato

Descrizione: FOTO MOSTRA 04
: Publisher’s version
Dimensione 6.79 MB
Formato JPEG
6.79 MB JPEG   Visualizza/Apri
9_MG_0175.jpg

Accesso riservato

Descrizione: FOTO MOSTRA 05
: Publisher’s version
Dimensione 10.52 MB
Formato JPEG
10.52 MB JPEG   Visualizza/Apri
10_MG_0202.jpg

Accesso riservato

Descrizione: FOTO MOSTRA 06
: Publisher’s version
Dimensione 11.52 MB
Formato JPEG
11.52 MB JPEG   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11311/1089103
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact