Il tema della progettazione e della pianificazione del colore urbano è caratterizzato da una pluralità e multidisciplinarità di approcci, valori e significati, le cui implicazioni e correlazioni appaiono ancora poco esplorate. Il libro si propone da una parte di offrire una lettura critica del complesso apparato teorico concettuale ed operativo che caratterizza i piani del colore nella loro diversificazione di intenti e ambiti disciplinari e dall’altra di relazionare i piani del colore all’attuale dibattito sulla città contemporanea, facendo emergere i nuovi significati e le nuove potenzialità del colore in ambito urbano. Significati e potenzialità legate soprattutto alla dimensione comunicativa ed emozionale del colore, alla sua capacità duttile e persino transitoria di rispondere alle successive e molteplici esigenze che caratterizzano lo spazio urbano. Il termine Color loci placemaking è stato introdotto per sintetizzare questa nuova modalità/possibilità di intendimento e di approccio al colore urbano che guarda al colore come ad un mezzo privilegiato per coniugare le esigenze di conservazione e valorizzazione delle identità proprie e vitali di ogni luogo con quelle altrettanto inevitabili e necessarie di risignificazione e riappropriazione.

Color loci placemaking. La pianificazione e la progettazione del colore urbano tra continuità e rinnovamento

C. Boeri
2018

Abstract

Il tema della progettazione e della pianificazione del colore urbano è caratterizzato da una pluralità e multidisciplinarità di approcci, valori e significati, le cui implicazioni e correlazioni appaiono ancora poco esplorate. Il libro si propone da una parte di offrire una lettura critica del complesso apparato teorico concettuale ed operativo che caratterizza i piani del colore nella loro diversificazione di intenti e ambiti disciplinari e dall’altra di relazionare i piani del colore all’attuale dibattito sulla città contemporanea, facendo emergere i nuovi significati e le nuove potenzialità del colore in ambito urbano. Significati e potenzialità legate soprattutto alla dimensione comunicativa ed emozionale del colore, alla sua capacità duttile e persino transitoria di rispondere alle successive e molteplici esigenze che caratterizzano lo spazio urbano. Il termine Color loci placemaking è stato introdotto per sintetizzare questa nuova modalità/possibilità di intendimento e di approccio al colore urbano che guarda al colore come ad un mezzo privilegiato per coniugare le esigenze di conservazione e valorizzazione delle identità proprie e vitali di ogni luogo con quelle altrettanto inevitabili e necessarie di risignificazione e riappropriazione.
Maggioli
978-88-916-2864-0
color design, color plans, placemaking, urban color
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
916.28640_Boeri_Color loci placemaking_protetto.pdf

Accesso riservato

: Post-Print (DRAFT o Author’s Accepted Manuscript-AAM)
Dimensione 4.14 MB
Formato Adobe PDF
4.14 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/1083396
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact